it's bio

Consigli sui prodotti ortofrutticoli di stagione biologici, la differenza tra coltivazione convenzionale e bio, il semplice utilizzo quotidiano dei prodotti in cucina. Tutto questo (e tanto altro) è avvenuto sabato scorso (24 febbraio) nell’isola Almaverde Bio all’Ipercoop Centro Miralfiore a Pesaro nell’ambito del nuovo appuntamento di It’s Bio (It’s good healthy and natural Bio Fruit&Veg), il progetto Europeo promosso da AOP Gruppo Vi.Va, che intende promuovere in Italia, Belgio e Grecia il metodo di produzione biologica del settore ortofrutticolo, evidenziandone gli aspetti positivi in termini di salubrità dei prodotti e di sostenibilità ambientale delle produzioni.

Protagonista della giornata la nutrizionista Giulia Dellacostanza, a disposizione, mattina e pomeriggio, dei numerosi clienti che hanno fatto tappa nel reparto ortofrutta del punto vendita. Laureata in scienza della nutrizione all’Università di Urbino con una specializzazione nello stesso ambito all’Università Tor Vergata Roma, la dottoressa da anni si occupa di nutrizione in ambito medico con una particolare attenzione ai progetti di prevenzione ed educazione alimentare.

“Fai la spesa con la nutrizionista da sempre è il mio motto e quindi ho accolto molto volentieri questa iniziativa che si è rivelata alquanto proficua e partecipata – spiega Giulia Dellacostanza a consuntivo della giornata – Potrà sembrare una banalità ma è importante accompagnare le persone nella consapevolezza dell’acquisto di prodotti salutari, dal momento che la sana alimentazione inizia dal carrello della spesa”.

Tante le persone che si sono rivolte a lei nel corner allestito nell’isola Almaverde bio con le richieste più varie. “C’è stata curiosità e partecipazione. Ho dispensato consigli sulla stagionalità dei prodotti, le differenze tra agricoltura biologica e tradizionale, l’importanza del luogo di coltivazione e finanche come si legge l’etichetta di un prodotto. A tutti ho spiegato che per adottare un regime alimentare sano e bilanciato bastano pochi accorgimenti, fondamentale è avere la capacità nel cambiare abitudini del proprio quotidiano partendo dall’acquisto dei prodotti ortofrutticoli biologici”.

Ai partecipanti per l’intera giornata è stato fatto degustare il mandarino Tango/Tang Gold®, il mandarino biologico di Almaverde bio, molto succoso, dolcissimo e senza semi.