Tutto pronto per il Processo a Ulisse Mauro Bonazzi (accusa), Giulio Guidorizzi (difesa)

processo ulisse verdetto

San Mauro Pascoli (8 Agosto 2022) – Tutto pronto per il Processo del 10 agosto a San Mauro Pascoli promosso da SammauroindustriaImputato della 22esima edizione sarà Ulisse, il personaggio omerico assurto nell’olimpo del mito nei poemi de l’Iliade e Odisseafondamento della cultura occidentale.

 

A guidare l’accusa sarà Mauro Bonazziprofessore ordinario di storia della filosofia antica e medievale a Utrecht (Paesi Bassi), in difesa di Ulisse il grecista Giulio Guidorizzidocente in passato alle Università di Milano e di TorinoPresidente del Tribunale Gianfranco Miro Gori, fondatore del Processo e direttore di Sammauroindustria. Lo scenario dell’evento è sempre Villa Torlonia, di pascoliana memoria a San Mauro Pascoli, luogo dal forte carico simbolico: amministrata da Ruggero Pascoli, padre di Giovanni Pascoli, ucciso da ignoti proprio il 10 agosto del 1867. Il verdetto del Processo viene emesso dal pubblico presente munito di paletta. Si parte alle 21.00, l’ingresso è libero.

 

Perché processare Ulisse? Le ragioni del contendere le presenta il fondatore del Processo Miro Gori: “Nei ventuno Processi assai di rado sono stati affrontati i tempi antichi: la prima volta nel processo a Cesare, la seconda in quello alla Romagna delle cinque marce su Roma. S’era risaliti, in quest’ultimo caso, indietro fino al IV secolo a.C. Quest’anno ci spingiamo ancora più indietro. Al mito. Ai poemi omerici, l’Iliade e l’Odissea, per portare sul banco degli imputati colui che possiamo definire il loro principale eroe. Quell’Odisseo che coi latini diviene Ulisse e viene posto alle fondamenta della cultura occidentale come uomo curioso e assetato di conoscenza. Ma com’è potuto accadere che un ingannatore (basti citare l’arcinoto imbroglio del cavallo da lui orchestrato che tuttavia permette di risolvere la guerra; oppure l’odiosa frode architettata per vendicarsi di un altro eroe omerico Palamede) sia assurto a tale altezza? Questa in estrema sintesi la domanda a cui il 10 agosto la giuria popolare, riunita nella corte della Torre, sentite le arringhe dell’accusa e della difesa, cercherà di dare una risposta”.

 

Il Processo sarà trasmesso anche in diretta video sui seguenti canali: facebook sulla pagina di ‘Sammauroindustria’; sul canale 81 del Digitale Terrestre in Emilia Romagna; in streaming sulla pagina http://www.telerimini.it/it/diretta-streaming.html

 

CBR Tacstile aderisce a Sammauroindustria

sammauroindustria

San Mauro Pascoli (5 Agosto 2022) – La famiglia di Sammauroindustria si allarga. Si tratta di CBR Tacstile che ha deciso entrare nella compagine sociale dell’associazione pubblico-privato che dal 2000 anima la vita culturale con riflessi anche su quella economica, con iniziative di respiro territoriale e internazionale come il concorso ‘Un Talento per la Scarpa’.

CBR Tacstile è un’azienda con oltre cinquant’anni di storia (è nata nel 1970) emblema della trasformazione del distretto della scarpa di San Mauro Pascoli. Partita con la realizzazione di prototipi di tacchi e fondi interamente realizzati a mano, con il trascorrere degli anni si è specializzata nella produzione di tacchi ad ampio contenuto tecnologico, di ricerca e designer per i grandi gruppi dell’alta moda calzaturiera mondiale. Il tacco, come si sa, è uno degli elementi iconici nella scarpa fashion di alta moda che ha stimolato fantasia e creatività in svariati campi, dalla moda al cinema passando per letteratura e arte.

“CBR Tacstile un’azienda specializzata nel tacco di qualità per l’alta moda, orientata sempre più nella ricerca e sviluppo in termini di innovazione e tecnologia – spiega Michele Chiauzzi di CBR Tacstile – Noi crediamo in questo territorio e siamo orgogliosi di lavorare in questo tessuto economico dove ancora qualsiasi idea viene tramutata in realtà nel rispetto della tradizione e dell’artigianalità, con uno sguardo sempre rivolto al futuro. Questo spiega il nostro incontro con Sammauroindustria, associazione da oltre vent’anni impegnata nella crescita culturale e imprenditoriale del territorio. La nostra adesione vuole dare un ulteriore apporto di idee e progetti in sostegno dei giovani e più in generale del distretto della scarpa sammaurese. Un po’ come abbiamo fatto a CBR Tacstile con l’ingresso della seconda generazione grazie all’inserimento in azienda dei figli (quattro) dei fondatori. A tal proposito ci piacerebbe ampliare il concorso internazionale per giovani stilisti, ‘Un Talento per la Scarpa’, con una nuova sezione dedicata al tacco, accessorio centrale nella scarpa d’alta moda. È un’idea sulla quale potremmo confrontarci con le aziende socie e il Cercal”.

“Storia e attualità di CBR Tacstile raccontano gli oltre 25 anni di sviluppo e ricerca verso l’elemento simbolo e più iconico della scarpa sammaurese vale a dire ‘il tacco’ – spiega Daniele Gasperini, Presidente di Sammauroindustria – Un percorso che si ricongiunge perfettamente nell’ideale di valorizzazione e promozione del Distretto economico sammaurese e di Sammauroindustria, associazione nata con la mission di promuovere i due elementi identitari di San Mauro Pascoli: la cultura della scarpa e il suo poeta. Siamo felici della loro adesione all’associazione che è un vero e proprio senso di attaccamento al territorio e al suo genius loci e che ci fa guardare al futuro con fiducia e rinnovato ottimismo. Attraverso queste nuove energie vogliamo porre al centro del progetto il valore universale del Distretto Sammaurese (inteso come sviluppo Industriale/Sociale/Culturale) con il patrimonio di conoscenza ed innovazione lasciatoci in eredità in maniera da elevare il Brand San Mauro nel panorama mondiale.”

Chi è Sammauroindustria

Sammauroindustria è un’associazione pubblico-privato nata nel 2000 con l’obiettivo di valorizzare i due elementi identitari di San Mauro Pascoli: la cultura della scarpa e il suo poeta natale, Giovanni Pascoli. Attualmente ne fanno parte le principali aziende calzaturiere del distretto di San Mauro Pascoli (Casadei, Giuseppe Zanotti, Pollini, Sergio Rossi), la scuola del Cercal e il Comune di San Mauro Pascoli. Tre le principali iniziative dell’associazione: il concorso internazionale per giovani stilisti ‘Un Talento per la Scarpa’ che ha visto la partecipazione di giovani creativi da tutto il mondo; il Premio Pascoli di poesia che ha registrato l’adesione dei massimi esponenti della letteratura italiana ed estera; il Processo del 10 agosto evento simbolo dell’estate in Riviera.

“Fattore R”, Forum dell’Economia della Romagna: Cesena Fiera 14 ottobre

Fattore R

Cesena (5 Agosto 2022) – Ritorna Fattore R, il Romagna Economic Forum, e mai come questa volta se ne sente il bisogno. È l’attualità a dirlo tra effetti della guerra in Europa, il perdurare della pandemia, rincari delle materie prime e crisi politica. Tutti temi mondiali e nazionali che “rimbalzano” sulla Romagna, e proprio per questo necessitano di un momento di confronto tra imprese, istituzioni e associazioni di categoria per delineare le strategie per la crescita del territorio, come sempre in chiave locale con lo sguardo aperto al contesto più ampio.

Giunto alla sesta edizione, il Forum sarà ospitato a Cesena Fiera venerdì 14 ottobre, promosso da Cesena Fiera, EY, Confindustria Romagna e BPER Banca, con la compartecipazione della Camera di Commercio della Romagna e Città Romagna. Tema di questa edizione la capacità attrattiva e la retention della Romagna verso i talenti.

Come nelle edizioni scorse, insieme agli imprenditori del territorio, ad “allargare” il campo in un’ottica nazionale con rifessi sulla Romagna, saranno personalità di fama internazionale ospiti di Fattore R. Centrale in questa edizione saranno gli interventi della economista Lucrezia Reichlin docente di economia alla London Business School, in passato Direttrice generale alla Ricerca nella Banca Centrale Europea, e del sociologo Francesco Morace docente al Politecnico di Milano e fondatore del Festival della Crescita.

La loro presenza si inserisce sulla scia di illustri che hanno preso parte al Romagna Economic Forum come i Nobel Joseph Stiglitz, Eric Maskin e Michael Spence, insieme a personaggi di fama internazionale come l’economista francese Jean-Paul Fitoussiil Ministro Enrico Giovannini, gli economisti Lorenzo Bini Smaghi, Carlo Cottarelli e Veronica De Romanis.

Parola ai partner di Fattore R

Renzo PiracciniPresidente di Cesena Fiera: “Fattore R in questi anni si è imposto come momento strategico di confronto sulle tematiche economiche del territorio romagnolo. Il Forum non si limita a fotografare lo stato dell’arte, ma volge lo sguardo al futuro mettendo il nostro territorio in relazione con il contesto nazionale e internazionale grazie alla presenza di autorevoli personalità”.

Lorenzo Tersi Consigliere Cesena Fiera con delega a Fattore R: “Viviamo uno dei momenti più difficili dal secondo dopoguerra e fondamentale è trovare un momento di riflessione e confronto tutti insieme (istituzioni, associazioni di categoria, imprenditori) in un’ottica di macroarea. Fattore R da sei anni fa questo: mette in relazione il territorio della Romagna con economisti di fama mondiale, premi Nobel, Ministri, consapevole che allargando gli orizzonti è possibile uscire da questa difficile situazione”.

Roberto Bozzi Presidente Confindustria Romagna: “Per permettere alla Romagna di essere competitiva e vincere le sfide del futuro dobbiamo agire in un’ottica di unione, con un’idea di città metropolitana. Fattore R rappresenta un’occasione importante per dialogare su temi di economia e attualità a livello internazionale e confrontarsi sulle strategie utili a rendere il nostro territorio sempre più attrattivo”.

Paolo Zocchi, EY Private Italy Leader: “Nell’attuale contesto socioeconomico, per dare nuovo slancio all’attrattività e alla competitività dell’Emilia-Romagna, è indispensabile una risposta congiunta che, grazie anche alle risorse stanziate dal PNRR, si focalizzi su infrastrutture e servizi che coniughino centralità della persona, innovazione tecnologica e sostenibilità”.

Stefano Rossetti, Vice Direttore Generale Vicario di BPER Banca: “BPER Banca sostiene anche l’edizione 2022 di Fattore R, una scelta convinta che nasce dall’esigenza di comprendere, insieme a professionisti ed esperti di elevato standing, quali sono le strade migliori per creare ulteriori occasioni di sviluppo in un territorio con grandi potenzialità qual è la Romagna, che si è sempre contraddistinto per vitalità imprenditoriale e per spirito di iniziativa. I temi proposti quest’anno, inoltre, incentrati soprattutto sui “talenti”, ci interessano in particolare in quanto la nostra Banca è da sempre molto sensibile alla valorizzazione del capitale umano, specialmente in riferimento ai giovani. La nostra Banca è particolarmente attiva su questo fronte, promuovendo, ogni anno, molteplici iniziative quali borse di studio, concorsi per progetti innovativi, premi per studenti meritevoli, sponsorizzazioni di corsi ed eventi, accordi e partnership con scuole e università. Uno dei nostri  obiettivi primari rimane senz’altro quello di creare le condizioni per far crescere i talenti, essere attrattivi verso di loro e avere la capacità di trattenerli, puntando sulla formazione e sulla diffusione della conoscenza, all’interno di un sistema che premia la professionalità e il merito”.

IL GIARDINO DELLA POESIA ‘Multiversi Poetry Slam’ Concorso di poesia con Roberto Mercadini

Roberto Mercadini Poesia

San Mauro Pascoli (3 Agosto 2022) – Anche San Mauro Pascoli ha il suo Slam. Si gioca a parole e non con una racchetta, mentre il punto lo sentenziano l’abilità del poeta e la giuria che valuta i versi. Appuntamento nel Giardino di Casa Pascoli venerdì 5 agosto alle 21.15 con ‘Multiversi Poetry Slam’, il concorso di poesia con un maestro d’eccezione: Roberto Mercadini.

Organizzato nell’ambito della rassegna de ‘Il Giardino della Poesia’ in collaborazione con Sillaba, Poetry slam è un torneo di poesia nel quale i poeti recitano le loro poesie, mentre una giuria dà i voti e si forma una classifica. Ci sono eliminati e un vincitore finale. E se tutto questo sembra bizzarro… non stupitevi perché in effetti lo è.

Nel corso della serata, prima dell’inizio dello spettacolo, Casa Pascoli sarà aperta per le visite al pubblico.

Info.

Il Giardino della Poesia è una rassegna promossa dal Comune di San Mauro Pascoli e realizzata da Sammauroindustria in collaborazione con l’Accademia Pascoliana, Sillaba e Romagna Banca. L’ingresso agli eventi è libero.

In caso di maltempo gli spettacoli del Giardino di Casa Pascoli si terranno nella Sala Gramsci (Via Pietro Nenni 2), mentre quello di Villa Torlonia e il concerto all’alba saranno annullati.

Info 3355918055

Il Giardino della Poesia pagina Facebook e Instagram

La Patata di Bologna D.O.P. sempre più protagonista tra i grandi chef

patata di bologna

Bologna (2 agosto 2022) – La Patata di Bologna DOP sempre più protagonista tra le grandi firme della cucina. La scorsa settimana è stata interpretata dallo stellato Gianluca Gorini nella serata a Cesenatico del tour di Tramonto DiVino, prima ancora era stato lo chef Raffaele Liuzzi a preparare un piatto di alta cucina a Piadina Night, la notte della piadina Romagnola andata in scena a Cattolica. Più nel dettaglio, Gorini ha realizzato Gnocchi di Patata di Bologna DOP con salsa di Cozza Romagnola in porchetta e pancetta piacentina, mentre Liuzzi ha proposto una Millefoglie di Piadina Romagnola IGP con Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP e Patata di Bologna DOP. Ricette diverse, dunque, unico il denominatore: la Patata di Bologna.

 

“È la conferma della versatilità della Patata di Bologna DOP, nell’unica varietà Primura, sempre più apprezzata dalle grandi firme della cucina italiana – spiega Davide Martelli, Presidente del Consorzio di Tutela Patata di Bologna DOP – gli eventi di questi ultimi giorni confermano la vocazione gourmet della Patata di Bologna DOP, già anticipata dal progetto ‘La Versione dello chef’ che l’anno scorso aveva coinvolto dieci cuochi del bolognese”.

 

Malgrado l’attenzione sempre maggiore dal mondo della cucina, la Patata di Bologna DOP si trova davanti una campagna 2022 tra le più difficili degli ultimi anni per il sommarsi di diverse criticità: alte temperature, siccità, agenti patogeni, incremento dei costi.

“Il caldo e l’assenza di precipitazioni stanno causando gravi danni alle nostre colture – prosegue Martelli – Ci eravamo illusi con le piogge della primavera e invece un’estate così calda e senza precipitazioni ha determinato una situazione di stress delle colture, diventate ancora più sensibili alla principale problematica degli ultimi anni, come nel caso del ferretto. Per preservare gli standard qualitativi della Patata di Bologna DOP si andrà incontro ad un inevitabile aggravio dei costi a carico dei produttori. In questo quadro generale chiediamo a gran voce il sostegno delle Istituzioni, consapevoli della centralità di un settore tra i più importanti dell’agricoltura regionale e nazionale”.

Processo a Ulisse

processo

San Mauro Pascoli (30 luglio 2022) – Il Processo del 10 agosto a San Mauro Pascoli mette alla sbarra un mito della storia che ancora oggi affascina e divide: Ulisse. Il personaggio omerico che ha attraversato i secoli, raccontato in arti diverse da Dante a Pascoli, passando per Joyce, Primo Levi, Stanley Kubrick e Kirk Douglas, finirà sotto accusa nell’evento dell’estate in Riviera, come sempre organizzato da Sammauroindustria.

In programma da tradizione il 10 agosto a Villa Torlonia a San Mauro Pascoli (inizio ore 21), a guidare l’accusa sarà Mauro Bonazzi, professore ordinario di storia della filosofia antica e medievale a Utrecht (Paesi Bassi). In difesa di Ulisse, il grecista Giulio Guidorizzi, docente in passato alle Università di Milano e di Torino.

Presidente del Tribunale Gianfranco Miro Gori, fondatore del Processo e direttore di Sammauroindustria. Lo scenario dell’evento è sempre la Torre di pascoliana memoria a San Mauro Pascoli, luogo dal forte carico simbolico: amministrata da Ruggero Pascoli, padre di Giovanni Pascoli, ucciso da ignoti proprio il 10 agosto del 1867.

Il verdetto del Processo viene emesso dal pubblico presente munito di paletta. L’ingresso è libero.

Perché processare Ulisse: accusa e difesa

Edizione numero 22 del Processo, l’evento mai si era avventurato su un imputato in tempi così lontani, con radici nell’antichità della nostra storia.

Secondo l’accusatore Bonazzi, Ulisse è stato un personaggio leggendario che nasconde una realtà diversa. “Dietro all’uomo paziente emerge una persona vendicativa ed egoista, con cui è pericoloso avere a che fare. Ne sanno qualcosa il povero Palamede e i Proci, nonché i Troiani che fecero l’amara esperienza diretta dei suoi inganni”. Ma le vere colpe del personaggio, sempre secondo Bonazzi, starebbero “nel modo in cui ha trattato chi di lui si è fidato. È qui, nell’essere riuscito ad occultare quello che ha fatto a chi gli era vicino, in questa incredibile capacità di mistificazione fatta di omissioni, capaci di trasformare la realtà, che è il suo capolavoro”. Dunque, altro che eroe, secondo l’accusa Ulisse sarebbe stato un vero e proprio mistificatore della storia.

Non concorda con la visione il difensore Guidorizzi. “Come si fa a condannare Ulisse? Se si condanna lui bisogna condannare ognuno di noi, perché Ulisse ci è davvero vicino: non è un eroe armato di lancia e spada, un guerrafondaio, ma uno che in guerra ci è andato contro sua voglia. L’hanno ricattato: o ti arruoli o uccidiamo tuo figlio, gli hanno detto. E così è partito, ed è sempre stato leale coi suoi compagni; anzi, dato che era il più intelligente di tutti, gli hanno fatto fare le cose più difficili; si è dovuto sporcare le mani lui perché nessun altro aveva il coraggio di farlo. È lui che ha vinto la guerra, con l’astuzia del cavallo. Eppure, non ha voluto medaglie o potere. Gli bastava tornare a casa, dalla sua famiglia”.

Un po’ di storia del Processo del 10 agosto

Promosso da Sammauroindustria, il Processo è nato nel 2001 dall’idea di riaprire il caso sull’omicidio del padre del Poeta, Ruggero Pascoli, assassinato in un agguato il 10 agosto del 1867. Da quella prima intuizione si sono susseguiti, il 10 agosto di ogni anno, altri Processi su personaggi che hanno fatto la storia della Romagna (e non solo): il Passatore di Romagna (2002), La cucina romagnola (2003), Romagna di Mussolini (2004), Mazzini (2005), Secondo Casadei (2006), Garibaldi (2007), Togliatti (2008), Badoglio (2009), il Romagnolo (2010), Cavour (2011), Processo d’Appello Pascoli (2012), Rubicone (2013), Pellegrino Artusi (2014), Il ’68 (2015), Giulio Cesare (2016), Rivoluzione Russa (2017), Romagna delle 5 Marce su Roma (2018), Machiavelli (2019), I Vitelloni (2020), il Partito Comunista (2021).

Chi sono i protagonisti del Processo.

Mauro Bonazzi. È professore ordinario di storia della filosofia antica e medievale a Utrecht, nei Passi Bassi. Precedentemente, ha insegnato per molti anni presso l’Università Statale di Milano, dove si è formato studiando lettere classiche e filosofia. È stato anche professore invitato in diverse università europee, dall’École Pratique des Hautes Études di Parigi a Bordeaux, da Lille a Clermont Ferrand e Lovanio. Specialista di Platone e del pensiero politico, membro di numerose associazioni internazionali, ha al suo attivo numerose pubblicazioni, tra cui Con gli occhi dei Greci (Carocci, tradotto in spagnolo per Alianza), Atene la città inquieta (Einaudi 2015), Processo a Socrate (Laterza 2016), Piccola filosofia per tempi agitati (Ponte alle Grazie 2017, tradotto in francese per Les Belles Lettres), Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell’esistenza (Einaudi 2020), Dubito ergo sum. Brevi lezioni per vivere con filosofia (Solferino 2021). Nel 2020 ha preso parte al film documentario di Camille Lotteau, Princesse Europe, dedicato alla scena intellettuale europea e presentato al Festival di Venezia. Collabora attivamente con il Corriere della Sera e i suoi inserti, La Lettura e Sette (dove da ormai più di due anni tiene una rubrica settimanale di filosofia).

 

Giulio Guidorizzi. Grecista, accademico, saggista e scrittore, ha insegnato all’Università di Milano e Torino. Si è molto occupato di mitologia greca, traducendo e commentando, per la prima volta in italiano, i principali testi di mitologia greca quali la Biblioteca di Apollodoro e i Miti di Igino (entrambi per la biblioteca Adelphi), e scrivendo il monumentale I Miti greci per i Meridiani-Classici dello spirito di Mondadori (2009-212), oltre a numerosissimi saggi scientifici; è anche un traduttore, specialmente di testi tragicio: tra le sue traduzioni, quelle di BaccantiTroianeIoneEracle di Euripidde e dell’ Edipo re di Sofocle; a Edipo e al suo mito, tra letteratura e psicanalisi, ha dedicato vari saggi, ilo mpiù recente L’abisso di Edipo (ed. Il Mulino 2020).

Un suo specifico campo è la psicologia dell’antichità, mentre insieme a Silvia Romani ha dedicato tre libri di quello che potremmo definire turismo mitico, e cioè volumi che accompagnano un viaggiatore, reale o immaginario, attraverso luoghi reali del mondo greco, dove la presenza del mito si fonde con la geografia dei luoghi: In viaggio con gli dei. Guida mitologica della Grecia (2019), Il mare degli dei. Guida mitologica alle isole della Grecia (2021), La Sicilia degli dei. Una guida mitologica (2022), anch’essi per l’editore Cortina.

Come scrittore, ha riscritto in forma di racconto-saggio i tre grandi poemi che stanno alla base dell’esperienza occidentale, Iliade, Odissea, Eneide: Io Agamennone. Gli eroi di Omero (2016), Ulisse. L’ultimo degli eroi (2018), Enea lo straniero (20209), tutti per l’editore Einaudi. Collabora con il quotidiano Domani.

 

Gianfranco Miro Gori. Detto Miro, in ricordo dello zio materno partigiano della 29ª Brigata Gap “Gastone Sozzi”, è nato e cresciuto a San Mauro Pascoli, comune di cui è stato sindaco. Ha scritto testi poetici, letterari e saggistici, ma soprattutto si è occupato di cinema, sia sul versante della critica e della storia del cinema, sia su quello dell’organizzazione della cultura cinematografica. Ha ideato e diretto la cineteca di Rimini, organizzato festival (Riminicinema e Anteprima per il cinema indipendente), manifestazioni culturali in Italia e all’estero (tra le altre “Rimini et le cinéma” al Centre Pompidou), collaborato a opere collettive, quotidiani e riviste, e scritto un certo numero di saggi tra cui, tra i primi in Italia, un gruppo dedicato ai rapporti cinema e storia. I suoi ultimi libri sono: Le radici di Fellini romagnolo del mondo (Il Ponte Vecchio, 2016), Il cinema nel fascismo (curatela con Carlo De Maria, Bradypus, 2017), Rimini nel cinema. Immagini e suoni di una storia ultracentenaria (Interno4, 2018)Cinema e Resistenza. Immagini della società italiana, autori e percorsi biografici dal fascismo alla Repubblica (curatela con Carlo De Maria), (Bradypus, 2019). Nel 2001 ha fondato il Processo del X agosto nella Torre.

Successo della prima edizione del tour Fruit Beach Party

tour fruit beach party

Bologna (1 agosto 2022) – 1.600 ciotole di frutta, 4.600 gadget, centinaia di cocktail per oltre 10.000 persone coinvolte sulle spiagge, 180 mila visualizzazioni sul canale Instagram: sono i numeri del Fruit Beach Party, il tour estivo dedicato all’ortofrutta che, in 8 tappe, ha incontrato bagnanti e turisti presso alcuni tra i più frequentati stabilimenti balneari dell’Emilia-Romagna, Toscana e Veneto.

Un tour organizzato da SGMARKETING, società specializzata nella valorizzazione dell’agrifood, con l’obiettivo di creare un evento coinvolgente per promuovere in modo divertente ed innovativo il consumo di frutta e verdura di qualità, dando massima rilevanza ai brand: i prodotti delle aziende partner dell’evento sono stati protagonisti assoluti della spiaggia, venendo distribuiti sotto l’ombrellone, diventando il soggetto di giochi a quiz e infine, utilizzati per la creazione di cocktail analcolici studiati ad hoc da barman professionisti.

Complici le temperature altissime di questa estate e la bontà dei prodotti proposti, il Fruit Beach Village è stato preso d’assalto da chi desiderava assaggiare un frutto o ricevere uno dei tanti gadget offerti dai brand, per restare nella memoria del consumatore anche una volta rientrato a casa.

“Siamo molto soddisfatti della riuscita di questa prima edizione dell’evento – afferma Salvo Garipoli, direttore di SGMARKETING – Attraverso questa attività siamo riusciti a toccare tutti i target presenti: dai giovanissimi, che si sono divertiti cimentandosi nei quiz e sfidando il doccia-fruit, alle numerose famiglie raggiunte grazie alla distribuzione di frutta presso gli ombrelloni, arrivando fino alle fasce dei più giovani che hanno potuto degustare la migliore ortofrutta attraverso gli sfiziosi cocktail a base di frutta fresca. Questo è solo l’inizio di una serie di iniziative pensate per valorizzare i migliori brand ed intercettare il nostro mercato di riferimento in modo sorprendente ed ingaggiante”.

Sei le categorie di prodotto dell’ortofrutta italiana protagoniste del Fruit Beach Party rappresentate da altrettanti brand leader: Berryway, Lamponi e Mirtilli; Citrus L’Orto Italiano, Limone Verdello; Pink Lady®, Mela; Solarelli, Pesca Nettarina di Romagna Igp; Metis®, Susina; Moncada®, Pomodori datterino, ciliegino e iLcamone®, quello vero.

Per maggiori informazioni. Canale Instagram: @fruit.beach.party  https://www.instagram.com/fruit.beach.party/

Sito: https://www.fruitbeachparty.it/

Link ai video ufficiali:

https://www.youtube.com/watch?v=pqNI3G-sksc&list=PLV5t4GgVlVI8KAG4nNw27nepIIA4A2_7z

https://www.youtube.com/watch?v=O7-icRFwMpg

Doppio appuntamento a IL GIARDINO DELLA POESIA

Il Giardino dei Poeti

San Mauro Pascoli (29 luglio 2022) – Odissea è il grande poema epico greco di Omero. Ma anche la metafora di avventure e peripezie della vita. Ecco, le due accezioni del termine trovano la loro sintesi nello spettacolo di domenica 31 luglio nel Giardino di Casa Pascoli (inizio 21.15) a San Mauro Pascoli. Qui Davide Riondino si avventura nell’Odissea moderna, quella scritta da Nikos Kazantzakis ed edita di recente da Crocetti. Ovvero nella lettura di buona parte dei 24 canti in una sfida che sa di epica. Un compito monstre condiviso insieme all’amico Fabio Battistelli al clarinetto. Per Riondino si tratta di un ritorno nella rassegna de ‘Il Giardino della Poesia’ che l’ha visto protagonista in numerose serate ed eventi.

Il Cartellone della rassegna de ‘Il Giardino della poesia’ prosegue lunedì 1 agosto nel Giardino di Casa Pascoli (ore 21.15) con ‘La guerra dei poeti’ insieme a Moro & the Silent Revolution. Il trio musicale racconta la storia di Wilfred Owen, poeta e soldato nella prima guerra mondiale, con uno spettacolo che intreccia suono e racconto. Un percorso che vede narrare e risuonate le poesie di Thomas Hardy, Wilfred Owen ed Edward Thomas, trasformate in canzoni.

Nel corso della serata, prima dell’inizio dello spettacolo, Casa Pascoli sarà aperta per le visite al pubblico.

Info.

Il Giardino della Poesia è una rassegna promossa dal Comune di San Mauro Pascoli e realizzata da Sammauroindustria in collaborazione con l’Accademia Pascoliana, Sillaba e Romagna Banca. L’ingresso agli eventi è libero.

In caso di maltempo gli spettacoli del Giardino di Casa Pascoli si terranno nella Sala Gramsci (Via Pietro Nenni 2), mentre quello di Villa Torlonia e il concerto all’alba saranno annullati.

Info 3355918055

Il Giardino della Poesia pagina Facebook e Instagram

Tramonto DiVino 29 luglio a Cesenatico

Cesenatico TVD

Cesenatico (27 luglio 2022) – Uno chef stellato (Gianluca Gorini) e le sue proposte gourmet, oltre 300 vini regionali in libera degustazione, 50 etichette di bollicine Metodo classico, assaggi di prodotto Dop e Igp, la consegna dell’ultima edizione della guida ai vini ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’. Tutto questo è Tramonto DiVino a Cesenatico ospitato nella splendida piazza Spose dei Marinaivenerdì 29 luglio a partire dalle ore 19.30.

Evento principe per winelover e appassionati, che ritorna con l’antica formula in piedi a ‘banchi d’assaggio’, la serata unisce la bellezza di una location mozzafiato al calar del sole con il buono di tanti vini e prodotti top della gastronomia regionale. A servire e consigliare le oltre 300 etichette in degustazione saranno i sommelier Ais Romagna ed Emilia, in abbinamento ai grandi prodotti certificati forniti dai consorzi delle Dop e Igp regionali serviti tal quali da studenti e docenti dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Forlimpopoli e dalla Scuola alberghiera Ial di Cesenatico, coordinati dagli chef Walter Convertito e Massimo Gaiani e dal maitre Stefano Buda.

Protagonista ai fornelli sarà Gianluca Goriniuna stella Michelin al Ristorante ‘da Gorini’ di San Piero in Bagno, incaricato di spettacolarizzare le eccellenze della gastronomia regionale. Per i partecipanti lo chef propone un primo piatto, Gnocchi di Patata di Bologna Dop e salsa di Cozza Romagnola in porchetta, seguito da un dessert gourmet, ‘Riso al latte’ con Riso del Delta del Po Igp, Squacquerone di Romagna Dop, bitter, Anguria Reggiana Igp e limone. A completare la proposta gastronomica assaggi di salumi e formaggi certificati come il Prosciutto di Modena Dop, il Parmigiano Reggiano Dop, la Mortadella Bologna Igp e l’immancabile Piadina Romagnola Igp che duetteranno con i prodotti protagonisti della serata fra i quali spiccano l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop e Igp, l’Anguria Reggiana Igp, i Salumi Picentini Dop, la Patata Bologna Dop, la Pesca e Nettarina di Romagna Igp, lo Squacquerone di Romagna Dop, la Cozza romagnola.

Ad animare l’evento contribuiranno lo show cooking dello chef Gorini, le note lounge del Dj Marcello Tosi, lo storytelling su vini e prodotti e le premiazioni dei vini top di Cesena e Rimini, appena laureati Eccellenze del territorio’ dalla nuova Guida Ais Emilia Romagna da bere e da Mangiare, consegnata all’ingresso a tutti i partecipanti all’evento.

Tramonto DiVino, a cura di Enoteca Regionale Emilia Romagna, Assessorato all’Agricoltura della Regione, Unioncamere Emilia Romagna e Apt servizi, è organizzato da Agenzia PrimaPagina e Ais Romagna ed Emilia in collaborazione con CheftoChef Emiliaromagnacuochi e Casa Artusi, con il patrocinio del Comune di Cesenatico.

Costo della serata € 25 comprensivo di: degustazione libera di vini regionali e Spumanti Metodo Classico; assaggi di prodotti Dop e Igp; proposte gourmet dello chef Gorini; nuova Guida Ais ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’; calice da degustazione.

Per saltare la fila acquisto del biglietto qui: shop.emiliaromagnavini.it (attivo fino alle ore 16 di giovedì 28 luglio).

All’ingresso sarà comunque aperta al pubblico una cassa

IL GIARDINO DELLA POESIA ‘Pascoli tradotto’ Taije Silverman e l’Ensamble Amici della Musica

Pascoli giardino della poeasia

San Mauro Pascoli (27 luglio 2022) – Giovanni Pascoli profeta…all’estero. In particolare negli States. La testimonianza diretta arriva da Taije Silverman docente all’università di Pennsylvania protagonista nel ‘Giardino di Casa Pascoli’ nella serata di venerdì 29 luglio. A partire dalle 21,15 di scena ‘Pascoli tradotto’ con Silverman accompagnata dall’ensemble del complesso bandistico Amici della musica di San Mauro Pascoli. L’ingresso è libero.

Secondo la docente americana, Pascoli è il principale poeta italiano dopo l’età di Leopardi e Manzoni, tanto assurgere al livello dei simbolisti europei, francesi in primis. Da qui nasce questa sua attenzione per l’opera di Zvanì, autrice di un’ampia traduzione di testi pascoliani in americano. La serata, dunque, farà incontrare parole e musiche in un ambiente intriso di poesia come il giardino della sua casa natale, in un inedito racconto del poeta di San Mauro oltreconfine.

Nel corso della serata, prima dell’inizio dello spettacolo, Casa Pascoli sarà aperta per le visite al pubblico.

Info.

Il Giardino della Poesia è una rassegna promossa dal Comune di San Mauro Pascoli e realizzata da Sammauroindustria in collaborazione con l’Accademia Pascoliana, Sillaba e Romagna Banca. L’ingresso agli eventi è libero.

In caso di maltempo gli spettacoli del Giardino di Casa Pascoli si terranno nella Sala Gramsci (Via Pietro Nenni 2), mentre quello di Villa Torlonia e il concerto all’alba saranno annullati.

Info 3355918055

Il Giardino della Poesia pagina Facebook e Instagram