A Tramonto DiVino 500 persone

Milano Marittima, per un giorno da località glamour a capitale del vino dell’Emilia Romagna. Una vera e propria full immersion nel nettare di bacco la giornata di lunedì scorso, apertasi al Palace Hotel con la premiazione delle 123 cantine al top della regione, nel giudizio dei sommelier di Ais Emilia e Romagna. A cui ha fatto seguito la prima tappa del tour di Tramonto DiVino in viale Gramsci, sempre con i vini regionali accompagnati dai prodotti DOP e IGP, che ha visto la presenza di 500 persone.

Nel corso della serata c’è stata la premiazione della terza edizione del Premio Metodo Classico dell’Emilia Romagna, evento celebrativo del magico momento delle bollicine, che ha messo a confronto oltre 50 spumanti.

Questo l’esito della giuria tecnica (sommelier, degustatori, giornalisti) e di quella popolare nelle tre sezioni: categoria Spumanti Metodo Classico vince Francesco Bellei (Bomporto, Modena) con il Cuvèe Brut Spumante Metodo Classico; per gli Spumanti Metodo Ancestrale, Tenuta Santa Lucia (Mercato Saraceno) con Vensamè; per gli Spumanti Metodo Classico Rosé la Cantina della Volta (Bomporto) con lo Spumante Rosè Lambrusco 2012.
A premiare le cantine l’Assessore regionale all’Agricoltura Simona Caselli.

Tramonto DiVino prosegue a Cesenatico mercoledì 3 agosto prossimo.

La carovana del gusto di Tramonto DiVino è organizzata da Agenzia PrimaPagina Cesena insieme alle Ais di Emilia e Romagna, all’assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna, Enoteca Regionale, Apt Servizi, Unioncamere.

Crescono i Consumi di ortofrutta a maggio 2016

Assortment of fresh vegetables and fruit

Cesena – C’è un ritorno degli italiani nel consumo di frutta e verdura? I primi cinque mesi del 2016 dicono di sì. In media il comparto ortofrutticolo cresce di un +1% in volume rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (610 mila tonnellate), con la frutta a fare la voce grossa grazie a un +3% (316 mila tonnellate, ben 8000 tonnellate in più) e la verdura ad assestarsi sulle quantità del maggio 2015 (294 mila tonnellate). Dall’inizio dell’anno invece l’incremento in valore è del +2% per il comparto, con la frutta a registrare un +3%, gli ortaggi a rimanere stabili.

Non è stata, dunque, una semplice parentesi il +3% dei primi tre mesi dell’anno, il trend positivo pare allungarsi anche ai mesi successivi. Troppo presto per parlare di una inversione di tendenza generale, neanche però è da sottovalutare il cambio di orientamento degli ultimi mesi, dopo annate piuttosto complicate (2013-2014). L’inizio del 2016 e la chiusura dell’annata 2015 con un +3% dei consumi sono indicatori da non sottovalutare.

“Troppo presto per cantare vittoria, la cautela è d’obbligo quando si parta di un settore sensibile come quello ortofrutticolo, dove anche l’andamento climatico ha un peso rilevante – afferma Renzo Piraccini, Presidente di Macfrut – Registriamo però alcune tendenze: prima di tutto un sempre più accentuato orientamento a sostituire carni e latticini con frutta e verdura; in secondo luogo un’attenzione sempre maggiore per il biologico che registra un incremento del 23% nella vendita nei canali iper e super nei primi quattro mesi di quest’anno; la crescita è maggiore dove c’è un elevato contenuto di innovazione”.

Il quadro di insieme emerge dal Macfrut Consumers’ Trend, il focus di Cesena Fiera in collaborazione con il Cso sulle tendenze innovative del settore, sull’andamento di consumi e prezzi sino a maggio 2016. Due i prodotti dalle ottime performance: ciliegie e asparagi. Entriamo nel dettaglio del Rapporto.

I prezzi

I prezzi medi ortofrutticoli nel mese di maggio passano da 1,84 a 1,85€/kg, un centesimo di differenza che non raggiunge la variazione percentuale dell’1%. Per l’acquisto della frutta mediamente a maggio sono occorsi 1,82€/kg mentre per gli ortaggi 1,88€/kg esattamente come per il 2015.

La Frutta

La frutta riserva qualche sorpresa interessante, in primis un frutto decisamente non in stagione che incrementa del +8%: le pere, passate da 27 a 29 mila tonnellate con un prezzo medio di acquisto in leggera diminuzione a 1,97€/kg. Seguono in questa particolare classifica le fragole che vedono raggiungere il picco di acquisti proprio nel mese di maggio e, nell’ultimo anno, con circa 23 mila tonnellate superano la media del quinquennio (+3% in confronto con lo stesso mese del 2015); il prezzo medio di acquisto è sceso a 3,16€/kg (-1%).

Anche le pesche, sebbene si tratti dell’inizio campagna, aprono la stagione con un buon passo: registrano un incremento del +8% con un totale di 11 mila tonnellate acquistate ad un prezzo medio di 2,10€/kg. Ciliegie in grande spolvero passano da 6.843 e 7.581 tonnellate con un incremento del +11% a fronte di un prezzo medio stabile attorno ai 4,50€/kg. Inseriamo in questa top five i meloni che per il secondo anno consecutivo si aggirano attorno alle 20 mila tonnellate a 1,63€/kg medi.

Gli ortaggi

Per gli ortaggi i pomodori aggiungono un piccolo tassello nella ripresa dei volumi (+1%) con 51 mila tonnellate ed una contrazione del prezzo medio del -4%. Continua la salita delle cipolle che, passano da 17 a 19 mila tonnellate (+12%) a fronte di un aumento del +5% di prezzo medio attestatosi a 1,35€/kg.

+13% in termini di volume è l’aumento degli asparagi che raggiungono la quota di 5.756 tonnellate e, in termini di prezzo medio si registra il passaggio dai 4,30€/kg del maggio 2015 ai 4,39€/kg del recente 2016.

Specie tipica per la stagione, i fagiolini, perdono quantità scendendo del -4% con 6mila tonnellate.

 

Ufficio stampa di Macfrut è l’Agenzia PrimaPagina.

Tramonto DiVino: prima tappa a Milano Marittima

Sarà Milano Marittima ad ospitare il Premio Metodo Classico dell’Emilia Romagna, evento che celebra il momento magico delle bollicine. E sarà sempre la centrale via Gramsci ad avere in degustazione in prima regionale i 123 vini dell’Emilia Romagna che hanno ricevuto l’eccellenza (massimo punteggio) nella guida dei sommelier Ais fresca di stampa “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare” (PrimaPagina editore).
L’occasione di questa doppia proposta è la prima tappa di Tramonto DiVino, il road show del gusto insieme ai vini regionali e ai prodotti Dop e Igp che anima l’estate dell’’Emilia Romagna, inprogramma a Milano Marittima lunedì 25 luglio dalle 19.30.

Una giornata che fa di Milano Marittima la “capitale” regionale dei vini regionali, premiando alle 17.00 al Palace Hotel i produttori delle 123 cantine da Piacenza a Rimini che riceveranno il certificato di “eccellenza” direttamente dall’Assessore Regionale all’Agricoltura dell’Emilia Romagna, Simona

La serata in viale Gramsci.
Tramonto DiVino, insieme all’Associazione Italiana Sommelier, ha selezionato i migliori spumanti ‘Metodo Classico’ della regione, tanto da ospitare ben 55 spumanti valutati da una giuria tecnica di esperti (sommelier, degustatori, giornalisti) affiancata da una giuria popolare del pubblico partecipante (dalle 19.30 alle 20.30) che può intervenire nel voto. Il tutto suddiviso in tre sezioni del Premio (Spumanti Metodo Classico; Spumanti Metodo Classico Rosé e Rossi; Spumanti Metodo Ancestrale), giunto alla terza edizione, per la prima volta ospitato a Milano Marittima, nel centralissimo viale Gramsci.
Oltre alle bollicine del Metodo classico, Tramonto DiVino propone una via del vino con i sommelier di Ais di Emilia e Romagna che propongono in degustazione i vini giudicati al top dalla guida “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare”, l’unica pubblicazione dedicata ai vini della nostra regione. In degustazione centinaia di etichette regionali spaziando dai Sangiovese, Albana, Trebbiano e Pagadebit di Romagna, agli emiliani Lambruschi freschi e frizzanti, ai vini ferraresi delle sabbie, ai Pignoletto dei Colli bolognesi, alle Malvasie parmensi, fino ai Gutturnio e Ortrugo piacentini.
A duettare coi vini, i prodotti Dop e Igp della via del gusto e i prodotti delle Strade dei Vini di Romagna. In degustazione Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e Modena, Salumi Piacentini, Mortadella e Patata di Bologna, la Piadina Romagnola, gli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena e Regio Emilia, l’Aceto Balsamico di Modena, l’olio extravergine di Brisighella.

Info e partecipazione
Per operare una corretta selezione dei partecipanti all’evento, indirizzando a una degustazione e un consumo consapevole dei vini e dei prodotti gastronomici regionali, è previsto un ticket d’ingresso fissato a 15 euro. Il ticket, secondo una collaudata prassi, prevede la consegna ai partecipanti della Guida “Emilia Romagna da bere e da mangiare”, un calice per le degustazioni con marsupio e un carnet di assaggi per i vini e i prodotti della gastronomia.

La carovana del gusto di Tramonto DiVino è organizzata da Agenzia PrimaPagina Cesena insieme alle Ais di Emilia e Romagna, all’assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna, Enoteca Regionale, Apt Servizi, Unioncamere.

 

Al via Tramonto DiVino 2016

Otto tappe tra l’Emilia e la Romagna, dal 25 luglio al 24 settembre, scegliendo tra migliaia di etichette di vini regionali, insieme ai prodotti Dop e Igp. Sono gli ingredienti di Tramonto DiVino, format giunto alla decima edizione, che per tutta l’estate si sposta tra le città d’arte dell’Emilia Romagna e le principali località balneari della Riviera, da Rimini a Bologna, da Milano Marittima a Parma, da Cesenatico a Ferrara, a Piacenza, sino al gran finale al Salone del Gusto di Torino.

L’incontro tra i grandi vini  e i prodotti tipici dell’Emilia-Romagna è stato presentato oggi a Bologna dall’assessore regionale all’agricoltura Simona Caselli. “Proponiamo un  percorso alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche di questa terra e con esse, di  un’agricoltura che  è sempre più sinonimo di qualità, sostenibilità, ma anche innovazione e sviluppo. E’ un progetto nel quale confluisce anche la straordinaria esperienza di Expo e la capacità di lavorare insieme di tanti  partner con un unico obiettivo: raccontare un territorio straordinario e i suoi prodotti, la sua identità  e i suoi punti di forza”.

L’enogastronomia è sempre più un importante  fattore di attrattività turistica – ha sottolineato la presidente di Apt Servizi Liviana Zanetti –  con Tramonto DiVino riusciamo a proporre un’offerta di qualità ai tanti visitatori che in estate scelgono  come destinazione  la nostra regione”.

Il tour propone una suggestiva via del vino. In degustazione grazie ai sommelier di Ais (Associazione italiana sommelier) Emilia e Romagna centinaia di etichette regionali spaziando dai Sangiovese, Albana, Trebbiano e Pagadebit di Romagna, agli emiliani Lambruschi freschi e frizzanti, ai vini ferraresi delle sabbie, ai Pignoletto dei Colli bolognesi, alle Malvasie parmensi, fino ai Gutturnio e Ortrugo piacentini.
A duettare coi vini, i prodotti Dop e Igp della via del gusto e i prodotti delle Strade dei Vini e dei Sapori regionali. In degustazione Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e Modena, Salumi Piacentini, Mortadella e Patata di Bologna, la Piadina Romagnola, gli Aceti balsamici Tradizionali, l’olio extravergine di Brisighella, Pesche e nettarine di Romagna, Pera dell’Emilia-Romagna, Aglio di Voghiera.
Alla presentazione alla stampa hanno partecipato tra gli altri anche il presidente di Unioncamere Emilia-Romagna Alberto Zambianchi e il direttore di di Enoteca regionale Ambrogio Manzi.

Tutta l’offerta enogastronomica a portata di App
Numerose le novità di questa edizione, a partire dal Premio ‘Metodo Classico dell’Emilia Romagna’ gestito insieme all’Associazione Italiana Sommelier, per la prima volta ampliato a tre sezioni (Spumanti Metodo Classico; Spumanti Metodo Classico Rosé e Rossi; Spumanti Metodo Ancestrale), con ben 55 spumanti in degustazione. Protagonista nella tappa di Milano Marittima il 25 luglio, al premio prende parte una giuria popolare e tecnica.

Un’altra novità è la presenza di Green Pepper, food truck che si occupa della preparazione dei prodotti, serviti ‘a piatto unico’, utilizzando materiali compostabili nel pieno rispetto dell’ambiente, in collaborazione con l’Istituto “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli, che gestirà tutte le tappe romagnole.

E ancora, grazie alla collaborazione con il Museo del Gelato Carpigiani di Anzola dell’Emilia (Bo), ogni tappa di Tramonto DiVino si conclude con una degustazione di gelato abbinato ai vari prodotti regionali, dall’olio extravergine agli aceti balsamici, fino a matrimoni dal gusto più spericolati con i nostri campioni Dop e Igp e i vini autoctoni. Non solo. Ogni tappa ha il suo ‘protagonista’. Uno o più prodotti tipici vengono scelti per essere spettacolarizzati, attraverso un racconto, una caratterizzazione ed un allestimento particolari.

Tramonto DiVino è anche a portata di smartphone, con l’App gratuita “Emilia Romagna Wine&Food”, in italiano e inglese, che permette di ricevere informazioni su vini, cantine, prodotti tipici, ricette, offerte vacanze, news ed eventi collegati alla manifestazione.

Da ultimo, in ogni tappa viene allestito un selfie corner insieme ai prodotti regionali tipici. Postando su Instagram le foto scattate nel selfie corner e utilizzando l’hashtag#tramontodivino2016, si accede al concorso fotografico di Tramonto DiVino con la possibilità di vincere gustosissimi premi.

Le tappe della manifestazione

Otto tappe, nove date previste per il Tramonto DiVino 2016 con grande conclusione, il 24 settembre nel centro storico di Torino, durante le giornate del Salone del Gusto:

Lunedì 25 luglio Milano Marittima (viale Gramsci)

Mercoledì 3 agosto Cesenatico (Piazza Spose Marinai)

Sabato 27 agosto Rimini (Piazza Cavour)

Venerdì 2 e sabato 3 settembre Parma (Piazza Garibaldi)

Martedì 6 settembre Zola Predosa – Bologna (via dell’Abbazia)

Mercoledì 7 settembre Ferrara (Piazza Municipio)

Venerdì 9 settembre Piacenza (Piazza Cavalli)

Sabato 24 settembre Torino (centro storico)

La carovana del gusto di Tramonto DiVino è organizzata da Agenzia PrimaPagina Cesena insieme alle Ais di Emilia e Romagna, all’assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, all’Enoteca Regionale, a Apt Servizi e Unioncamere.

Marcello Ferrarini e il suo gluten free nella Tenuta Venturini Baldini

Lo abbiamo visto tante volte in televisione sulle frequenze del Gambero Rosso Channel, intento a preparare e raccontare i segreti della cucina gluten free, tanto da assurgere in Italia a testimonial dei piatti senza glutine.

Domenica 24 luglio alle ore 20.00 nella Tenuta di Venturini e Baldini a Quattro Castella lo si potrà ammirare in diretta, in uno show cooking di alta scuola, e carpire i segreti di una cucina che mai ha rinunciato al gusto. Protagonista dell’evento è lo chef Marcello Ferrarini, una delle firme di punta della cucina gluten free, tendenza sempre più diffusa nel nostro Paese, tanto da interessare circa seicentomila persone alle prese con i piatti senza glutine.

Ferrarini, propone un aperitivo finger food e due piatti suggellati con l’Aceto Balsamico Venturini Baldini. Ad accompagnare le pietanze due proposte biologiche della Tenuta Venturini Baldini: Cadelvento Lambrusco Rosato DOP e Marchese Manodori Lambrusco Reggiano DOP.

L’evento è in collaborazione con “Ci Piace senza glutine” e ha il Patrocinio di AIC, Associazione Italiana Celiachia.

Ufficio stampa di Venturini Baldini è l’Agenzia Prima Pagina. 

New Retail Solution a Macfrut 2016

Anno 2054, in una futuristica Washington Tom Cruise (capitano Anderton) entra in un punto vendita, e davanti a uno schermo piatto viene riconosciuto da una ragazza che lo ragguaglia su sconti e offerte di prodotti acquistati in precedenza. Così si immagina il negozio del futuro il grande Steven Spielberg in “Minority Report” (anno 2002).
Il punto vendita del futuro non è un quesito per registi col pallino futurista o operatori marketing visionari, bensì un tema d’attualità che investe l’intero mondo del consumers, ortofrutta in primis. Non è certo un caso che Macfrut (Rimini Fiera 14-16 settembre) dedichi l’intera area di ingresso alle più recenti novità e strategie del punto vendita di frutta e verdura, sia self service sia vendita assistita.

Organizzato da Cesena Fiera con la collaborazione di Agroter, New Retail Solution rappresenta un focus sulle recenti innovazioni marketing internazionali del retail, ampliando così l’offerta di Macfrut all’ultimo anello del post raccolta, ovvero il punto vendita in rapporto al consumatore.
Due le aree dedicate del New Retail Solution. La prima è dedicata alle soluzioni innovative, realizzata in collaborazione con Cefla, azienda leader nel mondo nelle soluzioni d’arredo e strategie per punti vendita. In quest’area vengono ospitate le modalità di presentazione sia del prodotto sfuso sia confezionato, corredate di strumenti analogici e digitali per la comunicazione e valorizzazione del prodotto esposto. Di particolare interesse lo Smart Shelving System di Cefla, dotato di un nuovo tool di proximity marketing, che consente attraverso smartphone o l’Ipad, di raccogliere informazioni ed evidenziare le caratteristiche del prodotto in vendita.
 L’altra area è realizzata da quattro grandi aziende presenti a Macfrut che riproducono altrettante isole per la vendita a libero servizio o assistita dei loro prodotti: Linea Verde con la quarta gamma, Valfrutta con la gamma di frutta e verdura, Noberasco con la frutta secca, Almaverde bio con tutta la linea dedicata al biologico.
A completamento, un originale banco per la vendita di gelato realizzata da Ifi, azienda di Tavullia specializzata in tecnologie per la gelateria artigianale, per l’utilizzo di frutta non più idonea per il consumo fresco.

 Collegato a questa area ci sarà un convegno dedicato al reparto ortofrutta nel supermercato del futuro che aprirà la 33esima edizione di Macfrut, dove esperti del settore e case history internazionali si confrontano sulle nuove opportunità di valorizzazione dell’ortofrutta fresca nei punti vendita.

 

 

Marco Rossi è il Talento per la Scarpa 2016

“Il sogno della mia vita? Aprire un’azienda di moda tutta mia. Magari insieme a qualcuno dei miei fratelli, tutti maschi, siamo in sette!”. Queste le parole di Marco Rossi, Talento per la Scarpa 2016 premiato in piazza Mazzini a San Mauro Pascoli nell’epilogo del concorso internazionale promosso da Sammauroindustria.
A premiarlo il sindaco di San Mauro Luciana Garbuglia insieme alla vincitrice dell’edizione 2015, Carlotta Camporese, che oggi lavora in un’azienda del distretto. Marco Rossi, 21 anni di Passignano sul Trasimeno (Pg), dopo il diploma nel liceo artistico, attualmente frequenta l’istituto design di Perugia.

Nel corso della serata, presentata da Miro Gori Presidente di Sammauroindustria, sono stati premiati tutti gli altri segnalati. L’imprenditore Fabrizio Casadei ha premiato l’Istituto Marie Curie di Savignano sul Rubicone, scuola che ha “sformato” ben quattro dei dieci finalisti di questa edizione. La direttrice del Cercal e la designer Cristina Savani hanno premiato tutti i segnalati, mentre Paola Servadei di Unindustria Forlì-Cesena ha premiato la seconda classificata, Giada Fabbri di Gatteo.

Al termine della serata c’è stato il seguitissimo spettacolo del Gruppo Extraliscio.

Ufficio stampa di Sammauroindustria è l’Agenzia PrimaPagina.
Photo credits: Elisa Fabbri

Gabriele Mainetti a Cesena per Piazze di Cinema

Sarà Gabriele Mainetti, regista di Lo chiamavano Jeeg Robot, il protagonista della terza giornata di Piazze di Cinema, la rassegna di film dedicata al cinema di ieri e di oggi in programma a Cesena fino al 22 luglio, promossa dal Comune di Cesena, Cesena Cinema e Fondazione Cineteca di Bologna con il sostegno della Regione Emilia Romagna.

Si inizia alle 21.45, all’Arena San Biagio dove sarà proiettato Lo chiamavano Jeeg Robot, pellicola che concorre per il Premio Monty Banks per opere prime italiane, oltre ad aver fatto conoscere al grande pubblico il giovane film-maker Gabriele Mainetti, che è anche autore delle musiche. Omaggio alla serie manga e anime Jeeg Robot d’acciaio di Nagai, il film racconta la storia di Enzo, interpretato da Claudio Santamaria, che entrato in contatto con strane sostanze dopo un tuffo nel Tevere, acquisisce super poteri e diventa il delinquente più forte di tutta Roma. I malviventi romani rimangono esterrefatti di fronte alla forza di Enzo e vogliono eliminarlo. Accanto ad Enzo, l’indifesa ed ingenua Alessia, che vede nel vicino di casa l’incarnarsi del suo supereroe preferito, Jeeg Robot.
Al termine della proiezione, Mainetti sarà ospite all’Arena San Biagio per conversare con il pubblico e raccontare la sua esperienza da regista e produttore di Lo chiamavano Jeeg Robot, pellicola vincitrice di oltre 30 premi e 7 David di Donatello (tra cui miglior produttore, miglior regista esordiente e il Mercedes-Benz Future Award assegnati allo stesso Mainetti). Tra i registi più apprezzati dell’anno, il romano Mainetti, dopo una laurea in Storia e Critica del Cinema all’Università degli Studi Roma Tre, ha frequentato corsi di regia, direzione della fotografia, produzione e sceneggiatura presso la Tisch School of the Arts di New York. Ha esordito come regista nel 2008 con il cortometraggio Basette che ha partecipato ad oltre 50 festival tra cui il Festival del Film di Locarno ed il Festival del corto La25aOra, dove ha vinto come “Miglior Cortometraggio”. Lo chiamavano Jeeg Robot, presentato alla Festa del Cinema di Roma 2015, è il suo primo lungometraggio.

CINEMA, MUSICA&COMICS
In piazza Bufalini (Biblioteca Malatestiana) esordisce la rassegna Cinema, Musica&Comics, una vetrina dei diversi mezzi di espressione, dalla graphic novel al cinema passando per la musica.
Si inizia alle 19,30 con l’Aperitivo e Spazio libri per dediche e firma copie. L’appuntamento è in collaborazione con Cesena Comics, il festival cesenate dedicato al fumetto e alla letteratura per bambini e ragazzi.
Alle 20,45 il disegnatore Claudio Acciari presenterà il suo primo graphic novel Meka Chan, libro che assorbe e rielabora la lezione dei grandi narratori nipponici ed emoziona il lettore grazie ad un sapiente controllo dei tempi narrativi. A moderare l’incontro sarà Giovanni Barbieri, insegnante di sceneggiatura alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze e Reggio Emilia.
Alle 21,45 in collaborazione con Dynit Distribuzione, spazio al cinema con la proiezione di Wolf Children di Mamoru Hosoda. La pellicola, una fiaba moderna che racconta il valore e la potenza del cambiamento, è la storia di Yuki e Ame, due bambini speciali capaci di trasformarsi da lupi in umani e viceversa. Attraverso una vita prima in città e poi in campagna, prima isolata e poi necessariamente in mezzo agli altri bambini, Yuki e Ame sviluppano personalità diverse e modi differenti di venire a patti con la propria doppia natura. Wolf Children è un anime che racconta con leggerezza e delicatezza commovente la vita nel suo svolgersi, facendo attenzione al rapporto tra madre e figlio.

SCHERMI E LAVAGNE KIDS
Ad arricchire la sesta edizione di Piazze di Cinema quest’anno si aggiunge la sezione Schermi e Lavagne Kids con proiezioni e laboratori dedicati ai bambini nella corte della Rocca Malatestiana (Consigliati ai bambini dai 6 anni in su).
Alle 18,30 appuntamento con il laboratorio Giochi e magie della visione, un viaggio tra gli strumenti e i giochi ottici che hanno anticipato e accompagnato la nascita del cinema, avvenuta il 28 dicembre del 1895. I bambini giocheranno con il protagonista del film Il bambino che scoprì il mondo e costruiranno insieme taumatropi e flip book, sperimentando fenomeni ottici e illusioni della vista.
Alle 21,45 tutti al cinema con Il bambino che scoprì il mondo, film d’animazione del 2013 di Alê Abreu, vincitore di oltre quaranta premi nei festival di tutto il mondo e candidato all’Oscar come miglior film di animazione nel 2016. Il bambino protagonista vive in campagna con i suoi genitori, passando le giornate in compagnia di ciò che la natura gli offre. Improvvisamente si ritrova a dover affrontare la partenza del padre diretto in città in cerca di lavoro: il bambino ne segue le tracce ma durante il viaggio dovrà fare i conti con una realtà a lui sconosciuta, fatta di campi di cotone, fabbriche cupe e città sovraffollate dove affronterà mille pericoli senza mai perdere la sua infantile innocenza. Il viaggio sarà insieme avventura, perdita e conquista, un gioiello d’animazione realizzato con tecniche miste, che racconta attraverso gli occhi di un bambino le storture del mondo contemporaneo sulle note di una travolgente colonna sonora di folk brasiliano.

Ufficio stampa di Piazze di Cinema è l’Agenza PrimaPagina.

Un tuffo negli anni ’50 con il Drive In a Piazze di Cinema

Entra nel vivo Piazze di Cinema, la rassegna dedicata alla settima arte che fino al 22 luglio anima Cesena e il suo centro storico con una ricca e articolata programmazione che comprende, fra l’altro, un concorso per opere prime, una rassegna omaggio a Marcello Mastroianni, Alba Rohrwacher come madrina della manifestazione e una sezione dedicata alle pellicole penalizzate da una scarsa distribuzione ma meritevoli di essere viste.

Protagonisti della seconda serata del festival, martedì 12 luglio, sono gli anni ’50 con il musical più amato di tutti i tempi: Grease di Randal Kleiser che dalle 21,45 sarà proiettato in Piazzale Aldo Moro, allestito per l’occasione come un vero e proprio Drive In, il famoso servizio-cinema visibile comodamente dalla propria automobile.
La pellicola di Grease, datata 1978, ci riporta all’America degli anni ’50 e alla storia d’amore di due giovani liceali, Danny e Sandy. Al ritorno da una vacanza romantica in compagnia dell’australiana Sandy, Danny ha la sorpresa di trovarsela a scuola. Per confermare la sua fama di sciupafemmine, Danny finge indifferenza e inizia così un gioco di scaramucce amorose che coinvolge anche gli altri amici del gruppo. Tratto da una commedia musicale di Jim Jacob e Warren Casey, il musical ha goduto di un successo planetario che continua ancora oggi, oltre ad aver confermato un nuovo ruolo ballerino per John Travolta, affiancato da Olivia Newton-John.

La proiezione sarà anticipata, alle ore 20,00 da un concerto di The Hangover Band. La band, composta da cinque musicisti (voce, tromba, chitarra, contrabbasso e batteria) riproporrà tutti i più grandi successi del genere Blues, Boogie-Wogie e Rock’n’roll.

Indicazioni per la serata
Si ricorda che dalle ore ore 15,00 di martedì 12 luglio sarà vietato sostare con le auto nel parcheggio di Piazzale Aldo Moro. Per la visione del musical, sarà possibile parcheggiare dalle ore 19,00, dopo di che la macchina non potrà essere spostata fino alla fine della proiezione. L’ascolto del film avverrà tramite le frequenze di Radio Bruno fm 100.1. Ingresso libero fino ad esaurimento posti auto disponibili. Dati i posti auto limitati, nel piazzale saranno allestite alcune sedute.
Durante la serata, sarà inoltre possibile cenare con il menù cinema in collaborazione con America Graffiti Diner Restaurant.

LA GIURIA POPOLARE PER CLICIAK
La 19ª edizione di CliCiak, il concorso nazionale per fotografi di scena, quest’anno è stata inserita all’interno del cartellone di “Piazze di cinema”: una selezione delle foto migliori sarà esposta nella mostra allestita alla Biblioteca Malatestiana di Cesena, dal 1° luglio al 4 settembre 2016, mentre la premiazione delle foto vincitriciavverrà il 16 luglio prossimo nel chiostro di San Francesco.
Novità di questa edizione è il coinvolgimento di una giuria popolare, chiamata ad esprimere la propria preferenza sulle foto di scena considerate più significative.
Per partecipare, basta ritirare l’apposita cartolina in Biblioteca Malatestiana ed esprimere il proprio voto su una delle sedici grandi fotografie di scena tratte dal set di commedie italiane esposte in Piazza Bufalini.
La cartolina, compilata in tutte le sue parti, comprese le generalità del partecipante, dovrà essere inserita nell’apposita urna all’interno della Biblioteca. Le votazioni sono aperteda lunedì 11 fino alle ore 19,00 del 21 luglio 2016.
A conclusione della manifestazione di Piazze di Cinema, tra tutti i partecipanti, saranno estratte tre cartoline e ad ogni vincitore sarà consegnata una tessera (del valore di 5 film) che potrà essere utilizzata per la programmazione estiva 2016 dell’Arena oppure per la programmazione invernale (2016/2017) del Cinema San Biagio.

Ufficio stampa di Piazze di Cinema è l’Agenzia PrimaPagina.

Al via Piazze di Cinema (11-22 luglio)

Si alza il sipario su PIAZZE DI CINEMA a Cesena (FC), la kermesse dedicata alla settima arte che per dodici giorni, dall’11 fino al 22 luglio, vedrà il centro storico della città malatestiana trasformarsi in una grande arena sotto le stelle, con proiezioni, incontri con attori e registi, un concorso per opere prime, film storici e un omaggio a un grande protagonista del cinema contemporaneo.

Si parte lunedì 11 luglio alle 21,45 con un omaggio a uno dei grandi maestri del cinema muto classico, Buster Keaton. Figlio di acrobati, Keaton entrò nel mondo del cinema a soli vent’anni e nella sua lunga carriera impersonò i ruoli di attore, sceneggiatore e regista, senza mai separarsi da quel sottile spirito comico caratteristico di ogni sua produzione e, prima di tutto, del suo carattere.

Ad omaggiare la sua produzione, il cartellone di Piazze di Cinema propone tre dei suoi film muti; Una settimana, La palla n. 13 e Poliziotti; tutti animati dalle note del talentuoso pianista Daniele Furlati.
Originario di Bologna, Furlati è docente di Orchestrazione e Arrangiamento per la musica applicata alle immagini e di Pratica pianista per la musica applicata alle immagini al Conservatorio di Musica ‘Francesco Venezze’ di Rovigo. Da anni collabora con la Cineteca di Bologna come pianista e compositore di film muti: ha già curato l’accompagnamento musicale dal vivo al pianoforte di pellicole del cinema muto per Festival Internazionali (Strade del Cinema di Aosta, Il Cinema ritrovato di Bologna, Instanbul Silent Cinema Days di Instanbul), mentre per il teatro ha composto Novelle fatte al piano e Asteroide Lindgreen (ognuno ha la sua stella). Ha inoltre composto le musiche di scena per Nelle mani di Anna, La Maria dei dadi da brodo, L’amante e Paesaggio, con la regia di Marinella Manicardi, Gli occhi gli alberi e le foglie di Giorgio Dritti, Bestiale… quel giro d’Italia!.. di e con Ivano Marescotti.

La serata inizia alle 21,45 al Chiostro di San Francesco con la proiezione di Una Settimana (titolo originale One Week) di Buster Keaton e Eddie Cline. Oltre a classificarsi come uno dei migliori cortometraggi della storia del cinema, è il primo capolavoro di Keaton, in cui appaiono ben definiti il suo stile visivo, il raffinato senso della comicità, la straordinaria inventiva e l’istinto d’attore di Keaton.

A seguire, sempre al Chiostro di San Francesco, sarà proiettata La Palla N. 13 (titolo originale Sherlock Jr.). Sherlock Jr. segna l’inizio del dibattito sul carattere dei film di Keaton. Nel 1924 Renè Clair scrisse che per il “pubblico surrealista Sherlock Jr. rappresentava un modello paragonabile a ciò che per il teatro aveva rappresentato Sei personaggi in cerca d’autore di Pirandello. L’uso che Keaton faceva del sogno e dei ricordi – di cui andò sempre molto fiero – fu definito rivoluzionario da Antonin Artaud e Robert Aron, che sottolineò come il surrealismo di Keaton fosse “superiore” a quello di Man Ray e Luis Bunel, poiché Keaton era riuscito a conquistare la libertà espressiva, rispettando le regole del cinema narrativo.

La serata si concluderà con gli inseguimenti di Poliziotti (titolo originale Kops) di Eddie Cline e Buster Keaton.
Buster trasporta un carico di merci e si ferma vicino a dei poliziotti. Una bomba viene lasciata nel suo carro. Quando la bomba esplode la polizia lo scambia per il colpevole: comincia così un grande inseguimento di tantissimi poliziotti che gli danno la caccia. Tutti gli sforzi di Keaton per sfuggire sono nello stesso tempo pieni di inventiva e comicità.

Sempre lunedì 11 luglio, nell’ambito della rassegna Tra schermo e palcoscenico: il teatro al cinema dedicata ai 170 anni del Teatro Bonci, alle 21,45 in Piazza Amendola andrà in scena La Ronde, il capolavoro di Max Ophuls in cui ironia ed eleganza si uniscono nelle interpretazioni di un cast superbo.
Tratto da una commedia di Arthur Schnitzler, è la storia circolare di dieci coppie nella Vienna dei primi del Novecento, che si incontrano, si incrociano e si lasciano. E’ una rassegna dei vari modi in cui una società puritana e perbenista cerca di trasformare l’impulso sessuale. C’è un conduttore del gioco che racconta e, al tempo stesso, smonta le finzioni esistenziali e le convenzioni cinematografiche.

PROROGATA LA MOSTRA “CIAO MARCELLO!”
La mostra “Ciao Marcello!” – Marcello Mastroianni nelle collezioni fotografiche del Centro Cinema Città di Cesena e della Cineteca di Bologna che Cesena ha dedicato al grande attore, finora allestita alla Galleria Comunale d’Arte di Palazzo del Ridotto, è stata prorogata fino al 31 agosto.
L’esposizione da lunedì 11 luglio sarà spostata nella galleria d’Arte Pescheria, dove rimarrà fino al 31 agosto (Orari: lunedì-venerdì 18,00-21,00; sabato-domenica 10,00-13,00 / 18,00-21,00; Fino al 22 luglio  apertura straordinaria fino alle 23,00).

 

Piazze di Cinema è organizzata e promossa da Comune di Cesena,  Cesena Cinema, e Fondazione Cineteca di Bologna con il sostegno della Regione Emilia Romagna.
Main sponsor dell’iniziativa: Romagna Iniziative, Gruppo Hera e PLT puregreen.
Sponsor:  Centrale del latte di Cesena, Coop Alleanza 3.0, Credito Cooperativo Romagnolo.
In collaborazione con: Agis/Fice Emilia-Romagna, Aula didattica Monty Banks, Cineclub Image, Associazione Barbablù, Dynit, Distribuzione, Across the movies, Rocca Malatestiana bene comune, Il Foro Vivi Cesena, Zona A – Comitato valorizzazione centro storico.

Ufficio Stampa di Piazze di Cinema è l’Agenzia PrimaPagina.