“Emilia Romagna da Bere e da Mangiare 2022/23”

Emilia Romagna da Bere e da Mangiare

Cesena (26 Luglio 2022) – È diventata maggiorenne “Emilia Romagna da bere e da mangiare 2022/23” (PrimaPagina editore) la più completa guida ai vini della nostra regione. Protagoniste sono 245 cantine dell’Emilia-Romagna (la partecipazione è gratuita) per un migliaio di vini degustati alla cieca dalle commissioni Ais di Romagna ed Emilia, con relativo giudizio di merito. La guida viaggia nelle località di mare e nelle città emiliane nel tour di Tramonto DiVino, il road show del gusto la cui prossima tappa è in programma a Cesenatico venerdì 29 luglio in piazza Spose dei Marinai in una serata con 300 vini in degustazione in piedi a banco d’assaggio.

Il responso dei sommelier Ais nella Guida evidenzia 210 vini regionali eccellenti, quelli con il punteggio massimo (100 in Romagna e 110 dall’Emilia), a testimonianza della costante crescita qualitativa dei produttori regionali. I vini vengono valutati alla cieca dalle commissioni Ais che a loro volta premiano con la stella dell’Eccellenza quelli con un punteggio compreso tra 88 e 90 punti, e con la menzione Oro quelli con punteggio uguale o superiore a 91 punti.

La guida nelle 360 pagine dedica anche una speciale menzione ai vini qualità/prezzo e ai Coup de Coer, i vini che emozionano. Così come dedica uno speciale spazio ai prodotti Dop e Igp regionali e un’ampia sezione all’olio di qualità.

Una Romagna ‘Eccellente’

Come detto 100 sono i vini giudicati “eccellenti” in Romagna. Entrando nel merito dei vini al topquesta la suddivisione per territorio: 10 nel riminese (2 oro), 13 nel cesenate, 43 nel forlivese (12 oro), 4 nel ravennate, 16 nel faentino (2 oro), 14 nell’Imolese (4 oro).

Quello che emerge dalla nuova edizione della guida è la conferma di una Romagna terra rossista, che presta sempre più attenzione alle produzioni qualitative legate al territorio attraverso la valorizzazione delle sottozone.

Contestualmente prosegue il trend di crescita dell’Albana al centro di una vera e propria rinascita nelle varie versioni tanto da mettere a segno un quarto delle eccellenze totalizzate. Sempre in tema di bianchi, in grande fermento anche la Rebola (4 eccellenze) protagonista di un progetto di valorizzazione da parte dei produttori nel riminese, così come Trebbiano, Famoso e Longanesi, che hanno ricevuto importanti riconoscimenti in vari territori.

Da segnalare che nel nostro territorio sono 10,9 milioni le bottiglie prodotte di Romagna Sangiovese Doc in una superficie di oltre 6 mila ettari. L’Albana Docg ha toccato quota 915 mila bottiglie su una superficie di 818 ettari (fonte Consorzio Vini di Romagna).

“I vini presentati quest’anno nella guida Emilia Romagna da Bere e da Mangiare hanno confermato il trend degli ultimi anni – spiega Cristiano Morini, coordinatore Ais Romagna della guida – Ovvero un numero sempre maggiore di produttori che hanno affinato i loro metodi di produzione ricercando quella maggior leggerezza, raffinatezza e bevibilità sempre più desiderata dai consumatori che di anno in anno si dimostrano sempre più competenti, appassionati e di conseguenza giustamente esigenti. La superficie vitata è pressoché invariata, ma i cambiamenti climatici in atto hanno costretto i viticoltori romagnoli a ricercare più adatti sistemi di allevamento, affinare le potature secche e verdi e alleggerire le macerazioni, allo scopo di ottenere vini più fruibili e meno opulenti. Lo sforzo, l’impegno, la ricerca e determinazione hanno portato a un livello medio qualitativo significativamente superiore al passato; e sono queste le ragioni fondamentali del più elevato numero di eccellenze che ritroviamo in guida quest’anno”.

Il tour di Tramonto DiVino

La Guida viaggia in giro per la Romagna e l’Emilia nel tour del gusto di Tramonto DiVino. In ogni tappa sono circa 300 i vini in degustazione abbinati ai prodotti Dop e Igp regionali. Dopo l’esordio a Cervia, la prossima tappa sarà a Cesenatico (29 luglio), a seguire a Forlimpopoli dove si festeggia il compleanno di Pellegrino Artusi (4 agosto). Il settembre è emiliano, a Modena (1 settembre), Ferrara (7 settembre), Fontanellato (9 settembre) e Piacenza (23 settembre).

Dove trovare la Guida

La guida viene consegnata ai partecipanti delle tappe di Tramonto DiVino.

Presto sarà disponibile nelle librerie dell’Emilia Romagna (costo 15,00 euro), presto on line nel sito https://shop.emiliaromagnavini.it/

Premiati a Cervia a Tramonto DiVino i 3 migliori Spumanti Metodo Classico Emilia-Romagna

a Cervia Tramonto DiVino

Cervia (23 luglio 2022) – Premiate a Cervia nella prima tappa di Tramonto DiVino le migliori produzioni spumantistiche Metodo Classico dell’Emilia-Romagna. A premiare le cantine top nella suggestiva piazza della Torre San Michele sono stati i presidente di Ais Emilia e Romagna, Luca Manfredi e Adolfo Treggiari, e Maurizio Magni direttore della guida “Emilia Romagna da Bere”. Il premio è stato dedicato alla memoria di Giuliano Zuppiroli, funzionario dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna prematuramente scomparso due anni fa, instancabile promotore delle eccellenze del cibo e del vino regionale.

Sono state 49 le etichette metodo classico partecipanti al premio, suddivise in tre tipologie: Brut, rosè, ancestrale. Degustate alla cieca da una commissione mista di degustatori di Ais Emilia e Romagna, sul gradino più alto nella sezione Metodo classico Brut è andato la Spergola “Cà Besina” Colli di Scandiano e Canossa Doc 2016 della cantina Casali Viticoltori di Scandiano nel reggiano. Il miglior Rosè è stato giudicato “Grosso” Lambrusco di Sorbara 2019 della Cantina Paltrinieri di Sorbara a Modena. Per il metodo ancestrale gradino più alto per “Rimosso” Lambrusco di Sorbara Doc 2020 di Cantina della Volta a Bomporto sempre nel modenese. Tutti i vini partecipanti al Premio sono stati degustati nel corso della serata in accompagnamento ai prodotti Dop e Igp dell’Emilia Romagna.

Il prossimo appuntamento di Tramonto DiVino è in programma a Cesenatico venerdì 22 luglio. Per prendere parte alla serata: www.shop.emiliaromagnavini.it

Tramonto DiVino è un evento di Enoteca Regionale Emilia Romagna, organizzato in partnership con l’Assessorato Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia-Romagna, Unioncamere Emilia-Romagna, APT Servizi, organizzato da Agenzia PrimaPagina Cesena insieme alle Ais di Emilia e Romagna. Partner dell’edizione 2022 sono l’Associazione CheftoChef emiliaromagnacuochi, Casa Artusi e i Consorzi delle principali Dop e Igp dell’Emilia-Romagna.

Doppio appuntamento a IL GIARDINO DELLA POESIA

Doppio appuntamento giardino della poesia

San Mauro Pascoli (22 luglio 2022) – Doppio appuntamento a San Mauro Pascoli al ‘Giardino della Poesia’ parole e musiche nei luoghi pascoliani. Entrambi a ingresso gratuito.

Si parte domenica 24 luglio con una delle grandi novità del cartellone 2022. Alle 6 del mattino il Giardino di Casa Pascoli ospiterà la prima volta di un Concerto all’alba con musiche dell’Ensemble Fellini del complesso bandistico Amici della musica di San Mauro Pascoli. Nel decennale della morte di Tonino Guerra, sceneggiatore tra i principali del cinema italiano, collaboratore di Federico Fellini e grande rinnovatore della poesia dialettale romagnola, va in scena un concerto dell’Ensemble Fellini con brani tratti da film del regista di Rimini, a partire da Amarcord, alternati ai versi di Guerra. A leggerli e interpretarli Gianfranco Miro Gori, tra i principali conoscitori dell’opera cinematografica di Fellini e Guerra.

Il quarto appuntamento del cartellone è in programma lunedì 25 luglio nel Giardino di Casa Pascoli (ore 21.15). Di scena ‘La famosa volpe azzurra’ (famous blue raincoat): lettera d’amore di Fabrizio De André sui passi di Leonard Cohen. Sono tanti i fili che intrecciano la vicenda musicale di due “maestri” come Leonard Cohen e Fabrizio De André. Liana Mussoni (voce recitante) e i musicisti che la accompagnano in questa avventura, arricchita da immagini di notevole suggestione, evocano il cantautore genovese per ritrovare in lui le tracce di un altro grande cantautore: il poeta visionario Leonard Cohen.

Nel corso della serata, prima dell’inizio dello spettacolo, Casa Pascoli sarà aperta per le visite al pubblico.

Info.

Il Giardino della Poesia è una rassegna promossa dal Comune di San Mauro Pascoli e realizzata da Sammauroindustria in collaborazione con l’Accademia Pascoliana, Sillaba e Romagna Banca. L’ingresso agli eventi è libero.

In caso di maltempo gli spettacoli del Giardino di Casa Pascoli si terranno nella Sala Gramsci (Via Pietro Nenni 2), mentre quello di Villa Torlonia e il concerto all’alba saranno annullati.

Info 3355918055

Il Giardino della Poesia pagina Facebook e Instagram

Tramonto DiVino, il tour del gusto con i vini e i prodotti Dop e Igp dell’Emilia-Romagna

Tramonto DiVino

Bologna (19 luglio 2022) – Oltre mille etichette regionali degustate in sette tappe, abbinate ai prodotti Dop e Igp interpretati da grandi firme della cucina. Torna per il 17esimo anno Tramonto DiVino il tour del gusto che apparecchia le piazze della Romagna (Cervia, Cesenatico, Forlimpopoli) e dell’Emilia (Modena, Ferrara, Fontanellato, Piacenza) in un percorso che mette insieme sommelier Ais, chef, produttori e Consorzi per un grande racconto enogastronomico della nostra regione. A fare da collante la nuova edizione della guida ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’ vera e propria bussola della produzione enologica regionale che quest’anno ha registrato una crescita esponenziale delle cantine eccellenti (110 dall’Emilia e 100 dalla Romagna) a testimonianza della costante crescita qualitativa dei produttori.

Due i format previsti di Tramonto DiVino: si torna all’antico con i ‘banchi d’assaggio’ in piedi a Cervia, Cesenatico, Ferrara e Fontanellato (Pr), mentre rimane la formula sperimentata in questi ultimi due anni di ‘A Cena con Tramonto DiVino’ con i partecipanti seduti a tavola a Forlimpopoli, Modena e Piacenza.

Tramonto DiVino è un evento di Enoteca Regionale, organizzato in partnership con l’Assessorato Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia-Romagna, Unioncamere Emilia-Romagna, APT Servizi, organizzato da Agenzia PrimaPagina Cesena insieme alle Ais di Emilia e Romagna, in collaborazione con l’Associazione CheftoChef emiliaromagnacuochi, Casa Artusi e i Consorzi regionali dei prodotti certificati.

Le tappe

Il primo appuntamento del roadshow è a Cervia (22 luglio), nel borgo dei pescatori fra l’antica Torre San Michele e la darsena, in una serata a banco d’assaggio che riserverà uno speciale focus sugli Spumati Metodo Classico dell’Emilia-Romagna con oltre 50 etichette delle migliori bollicine regionali (spumanti brut, brut rossi e rosé ‘ancestrali’) e l’assegnazione del Premio ‘Giuliano Zuppiroli’- Miglior Spumante Metodo Classico dell’Emilia-Romagna. Durante la tappa saranno anche premiate le eccellenze dei territori di Imola, Ravenna e Faenza, laureate dall’edizione 2022/23 della Guida Ais Emilia-Romagna da Bere e da Mangiare.

Venerdì 29 luglio si rimane in Riviera, con la storica tappa di Cesenatico, in Piazza spose Marinai, fra il mare e il porto leonardesco. Evento ancora banco d’assaggio con oltre 250 vini in degustazione abbinati ai prodotti tipici dei Consorzi partner che saranno spettacolarizzati dallo chef stellato Gianluca Gorini (Ristorante da Gorini San Piero in Bagno). Premiazioni di tappa per le zone vitate di Cesena e Rimini.

Completa il tour romagnolo, Forlimpopoli il 4 agosto nel giorno dell’anniversario di Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana, con un inedito abbinamento con la cultura. Alla cena-degustazione di Tramonto DiVino condotta dallo chef Paolo Teverini (Tosco Romagnolo, Bagno di Romagna) è infatti abbinata l’anteprima del docufilm ‘Pupi Avati: la tavola racconta’ alla presenza dei fratelli Avati e del regista Pintaldi. Durante la serata premiazioni per le eccellenze vinicole del Forlivese. Nelle tre tappe romagnole preziosa sarà la collaborazione dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Forlimpopoli, integrata a Cesenatico dalla locale Scuola Alberghiera e di Ristorazione.

Dopo la pausa ferragostana, il settembre di Tramonto DiVino è tutto emiliano. Si comincia il 1 settembre a Modena ai Giardini Ducali, con una cena al calar del sole guidata dallo stellato Luca Marchini (Erba del Re, Modena), con il servizio ai tavoli affidato a ragazzi e docenti dell’Istituto alberghiero Spallanzani di Castelfranco Emilia. In questa tappa le cantine premiate saranno dei territori di Modena e Reggio Emilia.

Il 7 settembre è la volta di Ferrara che ospiterà la tappa di Tramonto DiVino in versione banchi d’assaggio, co-organizzata insieme alla locale Strada dei Vini e dei Sapori e all’Istituto Alberghiero Orio Vergani. L’evento si svolgerà nella cornice green di piazza XXIV maggio, con le preparazioni gourmet affidate allo chef Michele Bacilieri (Cucina Bacilieri, Ferrara). Premiazioni per le eccellenze dei territori di Ferrara e Bologna.

Il 9 settembre si va nel parmense, nel borgo di Fontanellato (9 settembre) fra gli spalti e la corte della Rocca e la grande piazza che la circonda completamente. Evento a banco d’assaggio con i prodotti in abbinamento ai vini interpretati dallo chef Claudio Cesena (Locanda San Fiorenzo, Fiorenzuola d’Arda). Premiazioni per le eccellenze del territorio di Parma.

Il tour si chiude a Piacenza il 23 settembre in Piazza Cavalli con un evento ‘a Cena’ nell’ambito di ‘Piacenza è un mare di sapori’, la due giorni gourmet dedicata ai prodotti del territorio e la partecipazione di uno degli chef rappresentativi del territorio dell’Associazione Chef to Chef. Anche a Piacenza premiazioni delle cantine eccellenti del territorio piacentino.

Il format

Come anticipato, due sono i format dell’evento. Nella Formula classica, in piedi in libera degustazione, ad ogni tappa ci saranno oltre 250 etichette dei migliori vini dell’Emilia-Romagna serviti e raccontati dai sommelier di Ais. In abbinamento ai vini i grandi prodotti certificati forniti dai consorzi delle Dop e Igp regionali serviti da studenti e professori degli Istituti Alberghieri della regione. Grazie all’accordo con CheftoChef emiliaromagnacuochi ad ogni tappa sia durante le cene che nelle serate a banco d’assaggio, verranno serviti a tutti i partecipanti un piatto e un dessert gourmet dallo chef designato dall’Associazione che cambia ad ogni tappa. I piatti valorizzeranno i prodotti dei consorzi partner di TdV e il pesce dell’Adriatico, ma ci sarà anche il tempo per la dessert gourmet. Insieme agli chef, in tutte le tappe ci sarà il racconto della ricetta artusiana a cui è ispirato il piatto stellato e il racconto della ‘poetica’ del Padre della cucina italiana.

I vini in degustazione

In assaggio oltre 1.000 etichette divise nelle varie tappe: dalle Albana ai Sangiovese di Romagna, passando per i Pignoletto dei Colli Bolognesi, ai Lambruschi di Modena e Reggio, ai ferraresi vini delle sabbie, ai piacentini Gutturnio e Ortrugo e alle Malvasie condivise con i Colli di Parma, e ancora ai tanti uvaggi con gli internazionali, ai frizzanti e agli spumanti Metodo Classico, fino ai dolci e ai passiti. Vini raccontati e serviti da un’imponente schiera di sommelier in livrea, descritti nella guida Ais ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’ (PrimaPagina editore), consegnata a tutti gli intervenuti agli eventi come bussola per le degustazioni.

Prodotti certificati e preparazioni gourmet

Insieme ai vini, protagonisti saranno i prodotti regionali certificati, messi a disposizione dai Consorzi partner delle Dop e Igp regionali con il record di presenze nell’ambito degli eventi di tramonto DiVino: i grandi salumi emiliani come il Prosciutto di Parma Dop, il Modena Dop, i Salumi Piacentini Dop, la profumatissima Mortadella Bologna Igp e brevi incursioni di altri salumi come il Salame Cacciatorino Dop, la Coppa di Parma Igp, il Salame Felino Igp, senza dimenticare i modenesi Zampone e Cotecchino… E poi, ancora, il re dei formaggi, il Parmigiano Reggiano Dop e lo Squacquerone di Romagna Dop, l’immancabile Piadina Romagnola Igp, le Pesche e Nettarine di Romagna Igp, le Pere dell’Emilia Romagna Igp, l’Anguria Reggiana, la Patata di Bologna Dop, gli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena e Reggio e l’Aceto Igp di Modena, l’Olio Evo di Brisighella Dop, lo Scalogno di Romagna Igp. il Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP con i suoi preziosi tagli di carne di razza romagnola, il Riso del Delta del Po Igp con le sue infinite preparazioni e altre sorprese golose.

A spettacolarizzare i prodotti in degustazione una serie di show cooking condotti dai cuochi di CheftoChef emiliaromagnacuochi, l’Associazione con il maggior numero di chef stellati emiliano-romagnoli. A loro il compito di confezionare i piatti gourmet in degustazione per il popolo di Tramonto DiVino, che partendo dai prodotti certificati, interpretino la grande cucina regionale, con incursioni a base di pesce azzurro dell’Adriatico o pasta fresca, nella migliore tradizione emiliano-romagnola.

Info e partecipazione

Per operare una corretta selezione dei partecipanti all’evento, indirizzando ad una degustazione e ad un consumo consapevole dei vini e dei prodotti gastronomici regionali, è previsto un ticket d’ingresso fissato a 35 euro per le cene-degustazione e 25 euro per gli eventi a ‘banco d’assaggio’. Il ticket nel rispetto delle normative dettate dall’emergenza Covid 19 dovrà essere preferibilmente acquistato anticipatamente sul sito www.shop.emiliaromagnavini.it in modo da evitare file ed assembramenti al desk d’ingresso. Il ticket comprende la Guida ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’ e la cena-degustazione. Nel caso del banco d’assaggio comprende: degustazione libera di vini; assaggi di prodotti Dop e Igp; proposta gourmet dello chef; nuova Guida Ais ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’; calice di degustazione.

Chi organizza

Tramonto DiVino è un evento di Enoteca Regionale Emilia Romagna, organizzato in partnership con l’Assessorato Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia-Romagna, Unioncamere Emilia-Romagna, APT Servizi, organizzato da Agenzia PrimaPagina Cesena insieme alle Ais di Emilia e Romagna. Partner dell’edizione 2022 sono l’Associazione CheftoChef emiliaromagnacuochi, Casa Artusi e i Consorzi delle principali Dop e Igp dell’Emilia-Romagna.

Dicono di Tramonto DiVino

Alessio Mammi, Assessore regionale all’agricoltura e agroalimentare, caccia e pesca:

“Le nostre 44 DOP e le 30 IGP ci fanno essere prima Regione in Europa per numero di indicazioni geografiche, e mettono in rilievo il forte legame storico e culturale con il territorio: in Emilia-Romagna cibo e vino sono prodotti identitari ed è per questa ragione che sentiamo l’esigenza di promuoverne la vocazione enoturistica, culturale, gastronomica. Abbiamo vissuto una grande emozione nel corso di quest’anno, tornando in presenza al Vinitaly per valorizzare i nostri fantastici vini. Tramonto DiVino è un’altra grande opportunità di promozione in tutte le tappe del tour sul territorio regionale, durante il quale è possibile assaggiare la bontà e la qualità dei nostri prodotti enogastronomici, accompagnati dalla competenza degli chef e dei sommelier. Continuiamo a investire in risorse e progetti per promuovere il vino e il cibo made in Emilia-Romagna in tutto il mondo”.

Davide Frascari, Presidente Enoteca Regionale Emilia Romagna: “Abbiamo sempre collaborato e seguito con favore Tramonto DiVino, considerandola un’iniziativa importante per promuovere il vino emiliano-romagnolo e i diversi territori di produzione. Da quest’anno, inoltre, l’evento rientra nelle attività dirette svolte da Enoteca Regionale, in collaborazione con gli storici organizzatori e partner, in primis la Regione Emilia-Romagna e Unioncamere Emilia-Romagna. La nostra associazione, infatti, sta sempre più ricoprendo un ruolo centrale, strategico e determinante in tutte quelle che sono le iniziative e attività di promo-valorizzazione nazionali e internazionali delle nostre eccellenze enologiche e non solo”.

Alberto Zambianchi, Presidente di UnionCamere Emilia-Romagna: “Il legame tra cibo, vino e turismo trova espressione in eventi come Tramonto DiVino, che da oltre tre lustri contribuisce a far scoprire lo straordinario territorio dell’Emilia-Romagna, favorendo un consumo sempre più consapevole e informato. Ogni estate dà risalto e valore al territorio, mette in evidenza i grandi vini e i prodotti dell’enogastronomia. Tra gli appuntamenti più attesi da turisti e gourmet, Tramonto DiVino è un road show itinerante che tra cibo, cultura e storia, risponde anche alle nuove domande di un turismo che cambia, più rispettoso della produzione vitivinicola di qualità e del patrimonio paesaggistico locale, del territorio e delle sue tradizioni”.

Fa tappa nelle spiagge del Litorale Veneto (Duna Verde e Rosolina Mare) Fruit Beach Party

Fa tappa Fruit Beach Party

Duna Verde / Rosolina Mare (20 Luglio 2022) – Fa tappa nel Litorale Veneto ‘Fruit Beach Party’, il road show estivo di frutta e verdura di qualità proposta in modo informale e divertente attraverso il coinvolgimento dei turisti. Dopo Cervia in Romagna e la Versilia, il tour conclude il suo percorso venerdì 22 luglio a Duna Verde ai Bagni Bellavista (ore 16) e sabato 23 luglio a Rosolina Mare al Tortuga Beach Club (dalle ore 14).

 

La partecipazione è gratuita. In ogni tappa la frutta viene fatta degustare comodamente sul lettino in spiaggia, proposta anche in versione drink dissetante contro le elevate temperatura estive. E ancora, un divertente gioco per testare le conoscenze sulle proprietà di frutta e verdura, e in caso di errore arriva la… “Docciafruit”. A rendere più gradevole il tutto, uno spazio photo booth con stampa istantanea delle foto ricordo, a cui si aggiungono tanti gadget personalizzati sempre a tema “ortofrutticolo”.

 

prodotti al centro dei pomeriggi sono quanto di meglio propone il settore in fatto di proprietà sane e nutrienti: lamponi e mirtilli di Berryway, limone verdello di Citrus L’Orto Italiano, mela di Pink Lady®, Nettarina di Romagna Igp di Solarelli, susina di Metis®, pomodori datterino, ciliegino e iLcamone, quello vero di Moncada®.

 

Ideato da SGMARKETING, società specializzata nella valorizzazione dell’agrifood, l’evento è un vero e proprio road show in otto tappe, in sei stabilimenti balneari di tre regioni (Emilia-Romagna, Toscana, Veneto).

 

Info: www.fruitbeachparty.it

Tramonto DiVino il 22 luglio a Cervia

Tramonto Di Vino Cervia

Cervia (15 luglio 2022) – Torna Tramonto DiVino con la formula a ‘banco d’assaggio’ con degustazione in piedi. Si parte venerdì 22 luglio dalle 19,30 a Cervia sotto l’antica Torre San Michele, fra i Magazzini del Sale, la darsena e Borgo Marina, che per l’occasione si trasforma in un’arena del gusto dove winelover e gastronauti possono assaggiare con il calice in mano, oltre 250 etichette dei migliori vini dell’Emilia Romagna, proposti in libera degustazione e raccontati dai sommelier di Ais. Durante la serata inoltre ci sarà un focus particolare con banco dedicato agli Spumati Metodo Classico dell’Emilia Romagna. Si tratta di oltre 50 etichette delle migliori bollicine regionali suddivise in spumanti brut, brut rossi e rosé ‘ancestrali’.

In abbinamento ai vini i grandi prodotti certificati forniti dai consorzi delle Dop e Igp regionali serviti tal quali da studenti e docenti dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Forlimpopoli coordinati dallo chef Walter Convertito e dal maitre Stefano Buda.

Protagonisti, fra gli altri, il Riso del Delta del Po Igp, il Prosciutto di Parma Dop, l’Olio Evo dop di Brisighella, lo Scalogno di Romagna Igp e l’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia Dop. Presente un banco d’assaggio per Olio Evo di Brisighella con la Strada della Romagna che propone una degustazione di succhi artigianali a base di frutta di stagione. Un risotto gourmet interpretato dallo chef Dimitri Contessi del ristorante Felix di Milano Marittima completerà l’offerta gastronomica.

Ad animare la setata contribuiranno anche le note lounge del Dj Marcello Tosi, lo storytelling su vini e prodotti e le premiazioni dei vini top di Imola, Faenza e Ravenna, appena laureati Eccellenze del territorio’ dalla nuova Guida Ais Emilia Romagna da bere e da Mangiare, consegnata all’ingresso a tutti i partecipanti all’evento. Durante la serata, premio speciale anche per le migliori bollicine regionali, vincitrici del Premio ‘Giuliano Zuppiroli’- Miglior Spumante Metodo Classico dell’Emilia Romagna.

“Finalmente si ritorna alla formula tradizionale, quella in piedi con i banchi d’assaggio, che consente di conoscere un numero maggiore di etichette, tra le 250 regionali a cui si aggiungono una cinquantina di Metodo classico dell’Emilia-Romagna – afferma Maurizio Magni, direttore di PrimaPagina – L’evento, giunto alla 17esima edizione, nel corso della serata vedrà la premiazione delle cantine top della guida ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’ delle zone di Imola, Faenza e Ravenna”.

“Tramonto DiVino è una grande vetrina per i vini della nostra regione presentati nel giusto modo nell’abbinamento cibo-vino – spiega Angela Casadei, Vicepresidente Ais Romagna – Un vino lo si apprezza se accompagnato da un buon piatto o prodotto tipico, ed è quanto faranno gli oltre venti sommelier Ais presenti alla serata a Cervia”.

“Eventi come questi sono importanti per fare incontrare consumatori e operatori del settore – precisa Alessandro Fanelli, che collabora con la serata a Cervia – I grandi attori sono i vini e le materie prime del territorio, ma fondamentale è anche chi le presenta e le racconta, e in questo il ruolo di Ais è centrale”.

L’evento, a cura di Enoteca Regionale Emilia Romagna, Assessorato all’Agricoltura della Regione, Unioncamere Emilia Romagna e Apt servizi, è organizzato da Agenzia PrimaPagina e Ais Romagna ed Emilia insieme al Comune di Cervia, in collaborazione con CheftoChef Emiliaromagnacuochi e Casa Artusi.

Costo della serata € 25 comprensivo di: degustazione libera di vini e Spumanti Metodo Classico; assaggi di prodotti Dop e Igp; proposta gourmet dello chef Cortesi; nuova Guida Ais ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’; calice di degustazione.

Per saltare la fila acquisto del biglietto qui: shop.emiliaromagnavini.it

Nella serata sarà aperta la cassa al pubblico

 

 Proposte della setata

Chef Dimitri Contessi: Risotto cacio pepe e cozze – Riso del Delta del Po Igp, Scalogno di Romagna Igp, Parmigiano Reggiano Dop, Cozza Romagnola (marchio collettivo)  e Olio Evo di Brisighella, al crudo in uscita.

In degustazione a cura dello Chef Walter Convertito: – Parmigiano Reggiano Dop a scaglie con gocce di Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia Dop e Prosciutto di Parma Dop; Squacquerone di Romagna DOP e formaggi a chilometro 0 della Centrale del Latte di Cesena; Piadina Romagnola IGP, Salumi Piacentini Dop (Pancetta, Coppa e Salame);  Mortadella Bologna IGP.

Dessert: Gelato artigianale della Centrale del Latte di Cesena

Vini in libera degustazione

Spumanti Metodo Classico Emilia e Romagna:

Tipologia Brut; Rosè e Rossi; Ancestrali

Vini Romagna

Bianchi Docg Doc e Igt di Romagna fermi e frizzanti, spumanti charmat dolci e passiti (Albana Secco; Trebbiano, Pagadebit Famoso);

Rossi Doc e Igt Romagna (Sangiovese, Sangiovese Sottozone; Sangiovese Riserva; Uvaggi internazionali.

Vini Emilia

Bianchi Docg doc Igt, fermi, frizzanti, spumanti charmat, dolci e passiti (Pignoletto Colli Bolognesi; Malvasie Parma e Piacenza; Spergola Reggio Emilia; Ortrugo Piacenza;

Lambrusco: Varie tipologie (Sorbara, Castelvetro, Salamino, Reggiano)

Rossi Doc e Igt (Gutturnio Classico e Riserva, uvaggi internazionali Colli Bolognesi; Fortana)

IL GIARDINO DELLA POESIA Parole e Musiche nei luoghi pascoliani

Giardino della Poesia

San Mauro Pascoli (9 luglio 2022) – Ventisei, nove, due. Non giocateli al superenalotto, perché sono i significativi numeri di un evento culturale tra i più longevi dell’estate in Romagna. Benvenuti al ‘Giardino della Poesia’, rassegna di contaminazione di generi tra le più “eclettiche” nel panorama culturale della Riviera, giunta alla 26esima edizione. Nove gli eventi in cartellone, ospitati in due luoghi per eccellenza della poesia: Giardino di Casa Pascoli e Villa Torlonia Parco Poesia Pascoli. L’ingresso è sempre libero.

Promosso dal Comune di San Mauro Pascoli e realizzato da Sammauroindustria in collaborazione con l’Accademia Pascoliana, Sillaba e Romagna Banca, si parte il 20 luglio a Casa Pascoli per terminare il 7 agosto alla Torre. Un percorso in nove tappe, quindi, con tante novità a partire dalla prima volta di un concerto all’alba a Casa Pascoli nel nome di Fellini e Guerra (24 luglio), l’evento unico in prima nazionale con Davide Riondino (31 luglio), una produzione Giardino della poesia (GdP) con la banda ‘Amici della Musica’ dedicata a Dino Campana (7 agosto). E ancora, un excursus musicale sulle poesie di Pascoli con l’Accademia Pascoliana (20 luglio), Giuseppe Bellosi in un dialettale su Olindo Guerrini (22 luglio), l’incontro di due giganti come De André e Leonard Cohen (25 luglio), il Pascoli tradotto negli States (29 luglio), la guerra di poeti (1 agosto) e il torneo multiversi con Roberto Mercadini (5 agosto).

“Due sono le idee fondanti del Giardino della poesia – spiega Miro Gori, direttore artistico della rassegna -. La prima è che la poesia si esprime non solo con la parola e i versi, ma anche nella musica, nel teatro, nel cinema e in altri media che l’umanità ha creato. La seconda è di realizzare spettacoli in autonomia. Piccole produzioni Gdp per intenderci. Che quest’anno sono quattro. Aggiungo un altro elemento importante: il programma 2022 è caratterizzato, anche se non in modo esclusivo, dal rapporto parola e musica, non semplicemente accostate ma ‘fuse’ al fine di un arricchimento reciproco. Come spettacolo esemplare di quanto affermato mi pare di poter indicare ‘Canto Orifici per banda’ nell’ultima serata della rassegna”.

Il cartellone.

Ad aprire la rassegna mercoledì 20 luglio alle 21.15 nel Giardino di Casa Pascoli sarà una ‘Lirica con Pascoli’. Promosso dall’Accademia Pascoliana, l’evento propone un excursus musicale e temporale, dalla fine dell’800 ai giorni nostri, utilizzando brani di compositori che hanno composto su poesie di Giovanni Pascoli. Cantanti e musicisti di diverse generazioni si uniscono nel raccontare la poesia di Pascoli attraverso la propria voce e interpretazione. La serata sarà introdotta da Luciana Garbuglia Sindaco di San Mauro Pascoli e Daniela Baroncini, presidente dell’Accademia Pascoliana.

Venerdì 22 luglio nel Giardino di Casa Pascoli (ore 21.30) protagonista è il dialetto con «e’ linguàgg naturêl de’ mì paés». Ovvero i Sonetti romagnoli di Olindo Guerrini interpretati da Giuseppe Bellosi. Nella casa natale del poeta di San Mauro risuonano i versi di Olindo Guerrini, noto anche con lo pseudonimo Lorenzo Stecchetti, fondatore della poesia dialettale romagnola. A dargli voce Giuseppe Bellosi, uno dei massimi studiosi e conoscitori della cultura romagnola, brillante interprete della poesia dialettale.

Domenica 24 luglio alle ore 6 nel Giardino di Casa Pascoli va in scena il Concerto all’Alba dell’Ensemble Fellini del complesso bandistico Amici della musica di San Mauro Pascoli. Nel decennale della morte di Tonino Guerra, sceneggiatore tra i principali del cinema italiano, collaboratore di Federico Fellini e grande rinnovatore della poesia dialettale romagnola, va in scena un concerto dell’Ensemble Fellini con brani tratti da film del regista di Rimini, a partire da Amarcord, alternati ai versi di Guerra. A leggerli e interpretarli Gianfranco Miro Gori, tra i principali conoscitori dell’opera cinematografica di Fellini e Guerra.

Lunedì 25 luglio nel Giardino di Casa Pascoli (ore 21.15) ‘La famosa volpe azzurra’ (famous blue raincoat): lettera d’amore di Fabrizio De André sui passi di Leonard Cohen. Sono tanti i fili che intrecciano la vicenda musicale di due “maestri” come Leonard Cohen e Fabrizio De André. Liana Mussoni (voce recitante) e i musicisti che la accompagnano in questa avventura, arricchita da immagini di notevole suggestione, evocano il cantautore genovese per ritrovare in lui le tracce di un altro grande cantautore: il poeta visionario Leonard Cohen.

Venerdì 29 luglio nel Giardino di Casa Pascoli (ore 21.15) ‘Pascoli tradotto’ con Taije Silverman e l’ensemble del complesso bandistico Amici della musica di San Mauro Pascoli. Pascoli, il principale poeta italiano dopo l’età di Leopardi e Manzoni, da porre accanto ai simbolisti europei, gode di attenzione all’estero. Silverman, docente nell’università di Pennsylvania e poeta lei stessa, oltre che autrice di un’ampia traduzione di testi pascoliani in americano, ci racconta il poeta di San Mauro negli Usa, leggendone pure alcune poesie tradotte.

Domenica 31 luglio nel Giardino di Casa Pascoli (ore 21.15) David Riondino interpreta ‘Odissea’ di Nikos Kazantzakis. Riondino, personaggio dai molti talenti, assai vicino al Giardino della poesia, si avventura in una sintesi poetica degna di questo nome: la monumentale ‘Odissea’ moderna di Nikos Kazantzakis (24 canti per un totale di 33.000 versi), tradotta di recente dall’editore Crocetti in versione integrale. Accompagna Riondino nell’impresa Fabio Battistelli al clarinetto.

Lunedì 1 agosto nel Giardino di Casa Pascoli (ore 21.15) ‘La guerra dei poeti’ con Moro & the Silent Revolution. Il trio musicale racconta la storia di Wilfred Owen, poeta e soldato nella prima guerra mondiale, con uno spettacolo che intreccia suono e racconto. Un percorso che vede narrare e risuonate le poesie di Thomas Hardy, Wilfred Owen ed Edward Thomas, trasformate in canzoni.

Venerdì 5 agosto nel Giardino di Casa Pascoli (ore 21.15) ‘Multiversi Poetry Slam’, concorso di poesia in collaborazione con Sillaba, insieme a un maestro di cerimonia d’eccezione come Roberto Mercadini. Poetry slam è un torneo di poesia nel quale i poeti recitano le loro poesie, mentre una giuria dà i voti e si forma una classifica. Ci sono eliminati e un vincitore finale. Se tutto questo vi sembra bizzarro…non stupitevi perché in effetti lo è.

Domenica 7 agosto a Villa Torlonia – Parco Poesia Pascoli (ore 21.15) anteprima nazionale con ‘I canti orfici per banda’ del complesso bandistico Amici della musica di San Mauro Pascoli diretto dal Maestro Fabio Bertozzi. A novant’anni dalla morte di Dino Campana, autore dei Canti Orfici, opera fondamentale della poesia italiana, la banda sammaurese dedica un concerto che fa incontrare musiche d’epoca e brani rock, con poesie e prose recitate da Mirko Ciorciari e Paolo Summaria.

 

Info.

Il Giardino della Poesia è una rassegna promossa dal Comune di San Mauro Pascoli e realizzata da Sammauroindustria in collaborazione con l’Accademia Pascoliana, Sillaba e Romagna Banca. L’ingresso agli eventi è libero.

In caso di maltempo gli spettacoli del Giardino di Casa Pascoli si terranno nella Sala Gramsci (Via Pietro Nenni 2), mentre quello di Villa Torlonia e il concerto all’alba saranno annullati.

Info 3355918055

Il Giardino della Poesia pagina Facebook e Instagram

A Cervia frutta e verdura direttamente in spiaggia nella “prima” di Fruit Beach Party

Fruit Beach Party

Cervia (11 Luglio 2022) – Buona la prima. O per essere più precisi, buone le prime tre giornate di Fruit Beach Party che venerdì scorso (fino a domenica) ha fatto il suo esordio a Cervia al Bagno Fantini. Innovativo il format che ha visto frutta e verdura di qualità di sei importanti brand arrivare direttamente nel lettino in spiaggia, con i prodotti proposti anche in sei tipologie drink freschi e dissetanti. Ampia la partecipazione soprattutto di giovani al ‘Docciafruit’, un simpatico gioco per testare le conoscenze sulle proprietà di frutta e verdura, così come nello spazio photo booth con stampa istantanea delle foto ricordo.

 

“Il bilancio di questi primi tre giorni è positivo – spiega Salvo Garipoli, direttore di SGMARKETING ideatore del format – Abbiamo visto tanti consumatori, di età diverse, giocare con la frutta, degustarla, partecipare con grande interesse alle varie iniziative. La frutta e la verdura di qualità di sei importanti brand è stata proposta sia come prodotto tal quale sia nella versione cocktail, e in entrambe le modalità alto è stato l’apprezzamento dei partecipanti. Questo primo bilancio ci dà la consapevolezza che è possibile comunicare l’ortofrutta in contesti diversi e con un linguaggio diretto e coinvolgente, come appunto abbiamo fatto con Fruit Beach Party”.

 

Soddisfatto anche Claudio Fantini, titolare del Fantini Club. “Collaborare ad eventi come questo è sempre un piacere. Noi da anni portiamo avanti una filosofia legata allo stile di vita, al mangiar sano, al muoversi, al sociale. Fruit Beach Party va in questa direzione. La frutta è un bene per il nostro corpo e fare educazione ai ragazzi e più in generale ai consumatori è fondamentale”.

 

Dopo la Romagna, Fruit Beach Party fa tappa in Versilia: venerdì 15 luglio al Bagno Jungla 21 a Cinquale – Marina di Massa, sabato 16 luglio al Bagno Adrea Doria a Torre del Lago Puccini, domenica 17 luglio al Bussola Club Versilia a Marina di Pietrasanta.

 

Protagonisti sempre i prodotti di sei importanti brand del settore: lamponi e mirtilli di Berryway, limone verdello di Citrus L’Orto Italiano, mela di Pink Lady®, Pesca Nettarina di Romagna Igp di Solarelli, susina di Metis®, pomodori datterino, ciliegino e Camone® di Moncada®.

 

Info: www.fruitbeachparty.it

Adolfo Treggiari Presidente di Ais Romagna

Adolfo Treggiari Presidente

Cesena (8 Luglio 2022) – Adolfo Treggiari è il nuovo Presidente di Ais Romagna. Eletto dai soci, riceve il testimone dal cesenate Roberto Giorgini che ha guidato l’associazione per otto anni. Il simbolico passaggio di consegne è avvenuto giovedì scorso (7 luglio) nella sede a Cesena in occasione della festa dei 57 anni della costituzione di Ais nazionale che ha visto la partecipazione di sommelier da tutta la Romagna.

Treggiari, già delegato Ais di Cesena, ha già pronta la squadra che lo affiancherà nel lavoro nei prossimi quattro anni: Vicepresidente sarà Angela Casadei, consiglieri Paola Ceccarelli, Giulia Galari, Mauro Raulli, Giovanni Solaroli.

“Abbiamo davanti una bella sfida con una grande responsabilità: costruire un racconto del vino della Romagna insieme a soci, produttori e operatori del settore – spiega il neo presidente –. Il nostro è un territorio ricco di opportunità, legami, storie e relazioni di inestimabile valore, che ha ancora ampi margini di racconto. Sono convinto che in questo percorso un ruolo centrale lo abbiano i sommelier di Ais, persone che non si limitiamo a ‘offrire’ il vino, ma fanno tanto di più: degustano, spiegano, fanno incontrare, scoprire e conoscere sin dentro al bicchiere per poi arrivare alla radice della vite che l’ha prodotto. La nostra è una storia di passione che vogliamo trasmettere a tutta la Romagna e ben oltre”.

Già pronti i prossimi appuntamenti di Ais Romagna con l’uscita della guida “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare 2022/23” e le tappe di Tramonto DiVino con l’inizio a Cervia il 22 luglio, poi Cesenatico (29 luglio) e Forlimpopoli (4 agosto).

Piadina Night 2022

Piadina Night

Cattolica (4 luglio 2022) – Una grande festa dedicata al prodotto simbolo della RomagnaCattolica per un giorno veste i panni della capitale del “cibo nazionale dei romagnoli” (Giovanni Pascoli docet) ospitando la seconda edizione di Piadina Night.

Segnare in agenda venerdì 8 luglio alle ore 20.00 nella splendida Piazza del Tramonto palcoscenico di una cena sotto le stelle che vede protagonista la Piadina Romagnola IGP, accompagnata dal pesce dell’Adriatico, dai prodotti certificati regionali e da una selezione dei migliori vini regionali serviti e raccontati dai sommelier Ais.

A firmare la cena lo chef Raffaele Liuzzi, patron della Locanda Liuzzi, interprete di una cucina contemporanea che oscilla tra originalità e tradizione, che proporrà la piadina in una inedita versione gourmet, a testimonianza della grande ecletticità del prodotto, capace culturalmente di unire due estremi come Giovanni Pascoli e Samuele Bersani.

Ad accompagnare le piade gourmet una selezione di vini regionali: aperitivo con Lambrusco Spumante Metodo Classico Rosé Brut Cantina della Volta 2016. Accompagnamento al calice ad ogni portata con varie interpretazioni di Rebola delle Cantine aderenti alla Strada dei Vini e dei Sapori di Rimini. Servizio e raccontato a cura dei Sommelier AIS.

“Piadina Night è una grande festa della Romagna che si ritrova insieme intorno al suo prodotto simbolo, che ha ottenuto la tutela dell’Indicazione Geografica Protetta nel 2014 – spiega Alfio Biagini, presidente del Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Romagnola IGP – L’evento vuole essere itinerante e dopo la prima edizione a Rimini, abbiamo scelto Cattolica quale terra di confine tra due regioni, a testimonianza di quella ‘contaminazione’ che tanto piace alla piadina, prodotto dell’accoglienza per eccellenza. Una grande festa non poteva che proporre una versione inedita della Piadina Romagnola IGP, in versione gourmet, interpretata da un grande chef come Raffaele Liuzzi”.

“Presentiamo un nuovo evento – commenta la Sindaca Franca Foronchi – tra i tantissimi in programma per questa estate a Cattolica e di questo ringrazio tutti coloro che si impegnano nella realizzazione di un calendario ricchissimo che spazia su vari asset. Quello di oggi è dedicato al food, anche in questo settore cerchiamo di offrire un’ulteriore proposta ai nostri cittadini e turisti. L’Emilia-Romagna è famosa per le eccellenze dell’enogastronomia e vogliamo proporne i prodotti a chi viene a visitarci ed è alla ricerca del “buon cibo”. Ecco perché una serata dedicata alla Piadina, riconosciuta come identitaria del nostro territorio che riusciamo a raccontare e promuovere anche attraverso eventi di questo tipo”.

“Non è scontato – aggiunge il Vicesindaco ed Assessore al Turismo, Alessandro Belluzzi – che la nostra città ospiti eventi di qualità ogni sera in questa stagione. Questo è frutto di una lunga programmazione. Abbiamo puntato su tipicità, sport, musica e food. Proprio in questo senso l’iniziativa dedicata alla piadina va a nozze con gli appuntamenti che proponiamo. Voglio ringraziare, inoltre, la Regione che sta dimostrando grande attenzione verso Cattolica. Per la Piadina Night avremo ospite l’Assessore Alessio Mammi, giovedì verrà a trovarci il Sottosegretario Giammaria Manghi che si soffermerà al Festival della cultura sportiva, ed infine l’Assessore Andrea Corsini che sarà nostro ospite al concerto di Venditti e De Gregori. Coltiviamo queste relazioni che si rivelano importantissime. Invitiamo tutti a non perdere l’occasione di assaggiare le creazioni dello chef Liuzzi, orgoglio cattolichino doc”.

Piadina Night è organizzato dal Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Romagnola IGP con il patrocinio del Comune di Cattolica, il contributo dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna e l’operatività di Agenzia PrimaPagina e la collaborazione di CheftoChef Emiliaromagnacuochi e l’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Forlimpopoli.

Info serata.

Il Menù

Centro tavola
La Piadina Romagnola IGP incontra l’Emilia
In degustazione Piadina Romagnola IGP con Salame Piacentino DOP, Salame Felino IGP, Parmigiano Reggiano DOP

Le Proposte delle Chef Raffaele Liuzzi
Piadina Romagnola IGP in Carpione
Sardoncini di EcoPesce Cesenatico, Spiedino di Cozza Romagnola e Mortadella di Bologna IGP

La Piada del Giorno Prima – Minestra di Piadina Romagnola IGP
Gamberetti Rosa Nostrani, di EcoPesce Cesenatico, Aglio Nero di Voghiera di NeroFermento

Millefoglie di Piadina Romagnola IGP
Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP e Patata di Bologna DOP

Spirale di Piadina Romagnola IGP Affumicata
Squacquerone di Romagna DOP Caseificio Pascoli, Ciliegie di Vignola IGP, Aceto Balsamico di Modena

Vini

Aperitivo con Lambrusco Spumante Metodo Classico Rosé Brut Cantina della Volta 2016. Accompagnamento al calice ad ogni portata con varie interpretazioni di Rebola delle Cantine aderenti alla Strada dei Vini e dei Sapori di Rimini. Servizio e raccontato a cura dei Sommelier AIS.

Costo serata: 35 euro

Acquista posto in esclusiva: https://shop.emiliaromagnavini.it/eventi/piadina-night-cattolica-8-luglio-2022.19.html